Al voto in sicurezza, tutto quello che c'è da sapere

·2 minuto per la lettura
(Getty Images)
(Getty Images)

In occasione del voto del 20 e 21 settembre, il Governo ha predisposto un protocollo di misure di sicurezza “al fine di prevenire il rischio di contagio da Coronvirus”. Misure da adottarsi in ogni seggio e che prevedono, secondo quanto stabilito dal Comitato tecnico-scientifico:

  • obbligo per gli elettori di accedere al seggio con mascherina;

  • utilizzo di gel idroalcolico per igienizzare le mani, messo a disposizione agli ingressi del seggio (dopo essere stato identificato l'elettore dovrà nuovamente igienizzare le mani prima di ricevere la scheda e la matita);

LEGGI ANCHE: Seggi speciali, voto a domicilio per chi è in quarantena

  • distanziamento tra gli elettori con divieto di assembramento attraverso accessi contingentati;

  • igienizzazione degli ambienti compresi corridoi, bagni, scale e androne, sia prima dell'inizio delle elezioni che quotidianamente in ciascuna delle giornate di votazione;

  • periodiche operazioni di pulizia anche durante le operazioni di voto, con la disinfezione delle superfici di contatto come tavoli, cabine elettorali e servizi igienici;

  • percorsi distinti di ingresso e uscita indicati chiaramente da segnaletica;

LEGGI ANCHE: Election Day, dove si vota? I comuni e le regioni interessate

  • divieto di accedere al seggio per i cittadini che hanno febbre superiore a 37.5°C, che siano stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni o che siano stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni. Le misure da seguire per i cittadini sono rimesse ai singoli elettori: la temperatura corporea, per esempio, non sarà misurata all'ingresso dei seggi, ma ogni singolo cittadino dovrà provvedere prima di recarsi alle urne.

LEGGI ANCHE: Election Day, cosa dicono i sondaggi

VIDEO - Incredibile cosa resta sulle mascherine usate più volte

Come si vota

Attraverso la circolare 39/2020, diramata a tutti i prefetti dalla Direzione centrale per i Servizi elettorali, sono state inoltre formulate alcune indicazioni circa le misure di prevenzione dal rischio di infezione da coronavirus da adottare all’atto del voto.

LEGGI ANCHE: Referendum, per che cosa siamo chiamati a votare?

In particolare, nel referendum popolare confermativo e nelle elezioni regionali ed amministrative, l'elettore, dopo essersi recato in cabina, aver votato e ripiegato la scheda o le schede, provvede a inserirle personalmente nella corrispondente urna;

LEGGI ANCHE: Election Day, quando e per che cosa si vota

Nelle elezioni suppletive del Senato della Repubblica che si svolgeranno nei due collegi uninominali interessati (03 della regione Sardegna e 09 della regione Veneto) rimane fermo l'obbligo dell'elettore di consegnare la scheda votata per tale consultazione, opportunamente piegata, al presidente di seggio (o chi ne fa le veci), il quale è tenuto a staccare il tagliando antifrode dalla scheda medesima e a collocarla, quindi, nell'urna. In quest’ultima circostanza il presidente (o chi ne fa le veci) indosserà i guanti per ricevere la scheda votata.

LEGGI ANCHE: Election Day, chi sono i candidati alle regionali?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli