Alberto Genovese davanti ai pm in procura a Milano

Fcz
·1 minuto per la lettura

Milano, 18 nov. (askanews) - Interrogatorio davanti ai pm per Alberto Genovese, l'imprenditore digitale di 43 anni in carcere con l'accusa di aver drogato e violentato una ragazza di 18 anni durante una festa a base di sesso e droga organizzata nel suo maxi-attico con vista sulla Madonnina del Duomo di Milano nella nottata tra il 10 e l'11 ottobre. L'imprenditore, accusato di violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni e spaccio di droga, è stato convocato in Procura dopo le testimonianze fornite ai magistrati nei giorni scorsi dalle circa 30 ragazze che avevano partecipati ai party sulla cosiddetta "terrazza sentimento" e da altre persone dell'entourage dell'imprenditore noto per aver fondato la startup Facile.it (società poi ceduta nel 2014). L'interrogatorio è in corso in un ufficio del quarto piano del Palazzo di giustizia. Oltre al pm Rosaria Stagnaro e al procuratore aggiunto Letizia Mannella, è presente anche il capo della squadra mobile Marco Calì.