Alberto Zanin, Emergency Kabul: presto incontro con talebani

·2 minuto per la lettura
featured 1473841
featured 1473841

Roma, 17 ago. (askanews) – L’ospedale di Emergency a Kabul lavora a pieno ritmo in questi giorni e ore, tra mille difficoltà e un cauto ottimismo sulla possibilità di continuare ad operare senza nuove complicazioni anche con i talebani di nuovo al potere. In collegamento via Zoom, Alberto Zanin, Coordinatore medico del Centro chirurgico per vittime di guerra di Emergency a Kabul, ha aggiornato il quadro della situazione nella struttura ospedaliera, nel quartiere circostante e in città.

“Nelle ultime 24 ore in ospedale abbiamo visto passare 63 pazienti; 8 li abbiamo ricoverati, stiamo ricoverando solo pazienti in pericolo di vita” ha spiegato Zanin. “Di questi 63 pazienti, 9 erano morti all’arrivo; 4 venivano direttamente dall’aeroporto perché come sapete ci sono state sparatorie per fermare l’accesso ai voli internazionali. Altri tre pazienti sono arrivati dall’aeroporto con ferite da proiettile e sono ricoverati”.

“Oggi abbiamo mandato una macchina per chiedere non solo il numero di telefono ma anche un appuntamento con il leader del quartiere in cui siamo. Siamo anche riusciti a ottenere il nome e contatto dell’Health Director del nuovo governo, il responsabile della salute della città di Kabul, con cui cercheremo di avere un incontro nei prossimi giorni” ha aggiunto Zanin.

Molte domande riguardano le donne. I timori dei giorni scorsi e le timide speranze di oggi, dopo l’annuncio da parte dei talebani che le donne debbono restare ai loro posti nell’amministrazione governativa.

8:25-8:48 “Hanno preso la città, non osserviamo particolare accanimento -nei confronti delle donne, né nel nostro Pronto soccorso né nei nostri centri. Non abbiamo avuto notizie di questo tipo”.

“Leggendo coi nostri collaboratori o da pazienti che arrivano non osserviamo un particolare accanimento sulle regole che si pensava fossero applicate immediatamente rispetto al modo di vestire o vivere in generale. Non abbiamo notizie di questo tipo, non sembra ci sia la volontà di applicare particolari regole. Le donne vengono al lavoro senza nessun problema e il nostro staff femminile entra in ospedale quotidianamente, non abbiamo avuto nessuna assenza in questi giorni” continua Zanin.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli