In alcune confezioni di effervescente Claudia non si può escludere la presenza di stafilococchi

Una confezione di Acqua Claudia effervescente
Una confezione di Acqua Claudia effervescente

Richiamo dal mercato per alcuni lotti di acqua minerale, che è stata ritirata dal mercato per presenza di batteri: la conoscenza di marca e lotti richiamati sono utili per i consumatori e per scongiurare consumo o acquisti incauti. In alcune confezioni di effervescente naturale Claudia non si può escludere la presenza di stafilococchi. Ma a quale acqua è rivolto l’avviso di richiamo è stato pubblicato dal Ministero della Salute sul proprio portale?

Acqua minerale ritirata dal mercato

Rubricata in richiamo è l’Acqua minerale effervescente naturale Claudia, imbottigliata dalla ditta Sorgenti Claudia s.r.l., nel proprio stabilimento di Anguillara Sabazia, una cittadina lacustre che si trova nella città metropolitana di Roma. I lotti interessati sono due, relativi a confezioni di acqua da mezzo litro e confezioni da un litro e mezzo. Il rischio è quello microbiologico a causa della possibile presenza di Stafilococchi.

Ecco i due lotti ritirati dal Ministero

Ecco le informazioni dettagliate presenti nell’alert del 10 maggio: i lotti richiamati sono il numero L21111 con termine minimo di conservazione fissato al 21 aprile 2022. Quel lotto riguarda le bottiglie di plastica da un litro e mezzo di acqua Claudia. Poi è stato richiamato anche il numero L21191 con termine minimo di conservazione fissato al 29 aprile 2023 che riguarda le bottiglie di plastica da mezzo litro. La possibile presenza di batteri Staphylococcus aureus è alla base dei richiami. Si tratta di un batterio il più delle volte innocuo che è presente sulla cute e sulle membrane mucose nel 20-30% dei soggetti sani. A volte però può causare infezioni lievi e occasionalmente anche infezioni complesse più gravi nell’intero organismo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli