Alcune nubi sui mercati: diversi i titoli con un buon potenziale

Davide Pantaleo
 

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari. Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

A Piazza Affari il Ftse Mib ha allungato ulteriormente il passo in direzione dei 24.000 punti. Si aspetta ulteriori evoluzioni positive nel breve?

Alcune nubi si stanno addensando sui mercati Usa e di conseguenza su tutte le  altre piazza azionarie.
I Democratici Usa hanno votato contro uno sfondamento del debito federale per finanziare la riforma fiscale Trump, peraltro giù approvata a dicembre.

I mercati europei di conseguenza dovrebbero essere quantomeno cauti nelle prime sedute della settimana, e in particolare il future sul Ftse Mib con scadenza giugno potrebbe andare a ritestare i 22.500 punti, ricordando che preferiamo di gran lunga utilizzare il future che l'indice.
In ogni caso sarà ancora molto complicato superare i massimi del 2016/17, almeno fino al raggiramento dello scoglio elettorale del 4 Marzo.

Qual è la sua view sui due big del settore bancario quali Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) e Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) ? Prevede sviluppi al rialzo nelle prossime giornate?

Continuiamo a preferire sempre nettamente, ormai dal 2016, Intesa Sanpaolo, ma nella versione risparmio, che ha ormai superato anche i tre euro e che incorpora anche quest'anno un sostanzioso dividendo.
Per chi è scarico di questo titolo può azzardare un acquisto sui livelli correnti, avendo cura però di vendere a copertura una call leggermente out of the money.
I più esperti ed attenti possono anche posizionarsi allo scoperto su Unicredit, meglio con acquisto di una put.

Quella di venerdì scorso è stata una seduta positiva per i protagonisti del lusso a Piazza Affari. A quali consiglia di rivolgere in particolare l'attenzione in questa fase?

Come già segnalato ai nostri abbonati dal 2017, e come evidenziato già in recenti interviste rilasciate al vostro portale, la nostra preferenza nel settore del lusso è per YNap e Moncler.
YNap troverà un ostacolo sui 32 euro, ma una volto superato raggiungerà i massimi assoluti ,con un successivo obiettivo a 38 euro.

Moncler si muoverà un po' più lentamente, con un primo ostacolo a 28 euro e una volta superato questo potrà spingersi anche fino a 32 euro entro il prossimo autunno.

Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) settore del risparmio gestito a Piazza Affari ci sono dei titoli che a suo avviso presentano configurazioni grafiche interessanti? A quali consiglia di guardare ora?

Di gran lunga il nostro preferito e consigliato da sempre, fin dal lontano collocamento, da cui ha praticamente raddoppiato il suo valore, è FINECOBANK (MDD: FBK.MDD - notizie) , che è ormai giunto sulla soglia dei 10 euro. Il consiglio è di mantenere il titolo in portafoglio per il lungo termine.

Il petrolio sembra aver trovato un ostacolo difficile da superare in area 64-64,5 dollari. E' lecito attendersi ulteriori ripiegamenti dai livelli correnti?

Non pensiamo che il petrolio possa superare la barriera dei 64/64,5 dollari, in primis per motivi squisitamente tecnici, grafici e di ipercomprato. A cò si aggiunga la sovraproduzione di Shale oil, divenuto più profittevole, proprio dall'aumento del petrolio sopra i 50 dollari al barile.

Di conseguenza, divenuti anche esportatori sia di Wti che di shale oil,  gli Usa fanno in questo modo leva sul petrolio stesso, calmierandolo e facendolo scendere di prezzo.
Prevediamo quindi un ritorno come obiettivo massimo sui supporti di 52,50/53 dollari, vecchie resistenze, con una fluttuazione nel grande range appunto tra 52,50/53 dollari e 63,50/64. Dollaro però permettendo,certo, visto chde la valuta statunitense è sempre il vero driver, sicuramente e ancora anche del 2018.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità