Aldo, Giovanni e Giacomo: nel nuovo film la Rexton è protagonista

Aldo Giovanni e Giacomo film SsangYong Rexton

Aldo, Giovanni e Giacomo: esce il 30 gennaio 2020 il nuovo film “Odio l’estate”. Una storia drammacomica che si caratterizza per essere incentrata sull’amicizia di tre personaggi molto diversi da loro. Una trama già vista in film come “Tre uomini e una gamba” diretto anch’esso da Massimo Venier. I personaggi affrontano numerose avversità familiari, economiche e sociali e seguono un percorso che fa crescere una grande amicizia. Protagonista vera e silenziosa del film è la SsangYong Rexton. Ritorna quindi l’auto vista come fulcro dei discorsi fra Aldo, Giovanni e Giacomo, e mentre non ci si ricorda che modello era quello di “Tre uomini e una gamba”, questa volta la scelta è ricaduta su una vettura esemplare.

Aldo, Giovanni e Giacomo: il nuovo film

Fa quasi male vedere il posacenere della Rexton stracolmo di mozziconi di sigarette, o la fiancata distrutta durante un “piccolo incidente”… basta stiamo dicendo troppo. La SsangYong Rexton in ogni caso accompagna nelle sfortune e nei momenti positivi la brigata riunita. Simbolizza un lusso borghese che si identifica nel segmento dei suv di alta gamma. La SsangYong si adatta subito alle ambientazioni e non funge solo da comparsa silenziosa, ma intrattiene e diventa familiare grazie alle sue forme Europee.

SsangYong Rexton: il vero suv familiare

Una pubblicità davvero importante per SsangYong che vede tre beniamini del cinema Italiano parlare ed addirittura a volte spiegare le funzioni della Rexton inserendole in Gag non forzate e sempre ben camuffate nel film. Dal controllo con i comandi vocali al fuoristrada la Rexton è stata sempre pronta ad aiutare i protagonisti ad inseguire il proprio fine. Autoironia anche per i piccoli difetti evidenziati nel film, come la goffaggine delle dimensioni nelle stradine di un’isola, risolta da un imprenditore che sa guidare quel tipo di mezzo.

Auto famose nei film

Le auto difficilmente diventano famose quando vengono riprese in un film, ma un film può diventare famoso anche per l’auto che compare. Dal Maggiolino tutto matto a Transporter, lungometraggi in cui il tema è la macchina, ad una commedia Italiana in cui le quattro ruote stanno davvero bene. Non è la prima volta che SsangYong presta un’auto all’arte, la Tivoli infatti compare nel film “Se mi vuoi bene” di Fausto Brizzi. Una scelta intelligente che sicuramente ripagherà fornendo una macchina tipo all’immaginario collettivo.

Vi consigliamo di andare a guardare il film in 500 sale Italiane dal 30 gennaio 2020. Non vi diciamo altro sulla macchina o sulla trama, ma speriamo solo che alla fine abbiano riparato quel povero specchietto!