Alessandro Cecchi Paone interviene su Pio e Amedeo: “Serve subito la legge Zan”

·1 minuto per la lettura
cecchi paone vs pio e amedeo
cecchi paone vs pio e amedeo

Una settimana dopo il chiacchierato sketch su Canale 5, c’è grande attesa per il “Best of” di Pio e Amedeo di questa sera. Venerdì 7 maggio 2021 sarà infatti sicuramente ritrasmesso anche il fatidico siparietto che tanto ha fatto parlare nei giorni scorsi. Nel mentre Amedeo Grieco ha ribadito di essere pronto a ripetere ogni singola parola vietata in tv. E Alessandro Cecchi Paone ha commentato il duo comico in maniera bilaterale.

Alessandro Cecchi Paone su Pio e Amedeo

Nella sua rubrica “La mia posta” su “Nuovo Tv”, il popolare conduttore ha infatti espresso da una parte un giudizio positivo sui due comici pugliesi. Definendo Felicissima Sera “un prodotto curatissimo nell’immagine e nella scelta degli ospiti”, Cecchi Paone ha infatti parlato di “lavoro autoriale di grande spessore e qualità” nonché di “professionalità televisiva”. Intervistato però successivamente da Selvaggia Lucarelli su Radio Capital, il divulgatore scientifico è entrato più nel dettaglio del monologo.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

“Coi loro insulti a me e soprattutto a chi non si può difendere come so fare io, hanno dimostrato che la legge Zan è indispensabile e va approvata subito”. Facendo poi riferimento a Fedez a nome dei giovani digitali, il giornalista ha precisato come secondo lui il disegno di legge sia “un grande ombrello da aprire a protezione di tutti coloro che fanno fatica a farsi accettare per come sono”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli