Alessandro Di Battista ai 5 Stelle: "Non fidatevi del Pd"

HuffPost

“Ad ogni modo, il governo c’è e ai miei  ex-colleghi, ai quali voglio bene anche quando non sono d’accordo con loro dico: NON VI FIDATE!”. Alessandro Di Battista usa il maiuscolo - che sul web equivale a gridare - e spiega in 8 punti quali siano i possibili trabocchetti per M5s nel Conte II. Il primo punto sintetizza l’articolata disamina con cui, su Facebook, l’ex deputato mette nel mirino l’altro azionista di governo: “Non vi fidate del Pd derenzizzato, ripeto, Renzi ci ha lasciato dentro decine di ‘pali’”. 

“Sono sempre stato contrario ad un governo con il Pd. Non è un segreto. Ho sempre reputato il Pd il partito del sistema per eccellenza, quindi il più pericoloso”, spiega Di Battista. “Il Pd - riprende - è un partito ‘globalista’, liberista, colluso con la grande imprenditoria marcia di questo Paese, responsabile, paradossalmente più della destra che ho sempre ugualmente contrastato, delle misure di macelleria sociale che hanno colpito i lavoratori italiani. Sono stati soprattutto gli uomini e le donne del Pd - incalza - a svendere i gioielli di Stato ai loro amici; loro hanno regalato le autostrade ai Benetton; loro hanno spinto affinchè si bombardasse la Libia dando il La alla destabilizzazione della regione e al conseguente aumento dei flussi migratori. Loro, soprattutto loro, hanno impedito che venisse approvata una legge sul conflitto di interessi”.

 

Continua a leggere su HuffPost