Alessandro Di Battista torna dall’Iran: “Riprendo alle mie condizioni”

alessandro-di-battista-iran

Dopo oltre un mese di assenza dall’Italia nella serata del 19 febbraio Alessandro Di Battista ha annunciato il suo rientro dall’Iran, dove si era recato lo scorso gennaio per realizzare un reportage. L’esponente del M5s ha pubblicato suo suo account Instagram una fotografia che lo ritrae sui sedili di un pullman turistico diretto verso casa, corredando il tutto con la didascalia: “Si comincia la traversata”. Di Battista ha poi rassicurato i suoi sostenitori circa un sua sua imminente ridiscesa nell’agone politico.

Alessandro Di Battista torna dall’Iran

Rispondendo alle domande dei suoi fan in merito ad un’eventuale ridiscesa in campo a sostegno del M5s, Di Battista ha spiegato chiaramente quali sono i suoi obiettivi per il ritorno in politica: “Assolutamente sì. Alle mie condizioni. Ovvero idee, programmi e atteggiamento. Mi interessa solo questo”. Parole sibilline che sembrano confermare quanto anticipato nelle settimane scorse, quando numerosi analisti pronosticavano un ritorno di Alessandro Di Battista che potesse dare il cambio della guarda a un Di Maio ormai sempre più con l’acqua alla gola.

La polemica sul reportage

Il viaggio di Di Battista in Iran è però stato caratterizzato anche da alcune polemiche con gli attivisti del M5s, che rimproveravano all’ex deputato di essere andato all’estero proprio mentre in Italia il Movimento stava affrontando una delle sue crisi peggiori dalla sua nascita. Alle critiche di un utente tuttavia Di Battista ha replicato duramente, affermando di trovarsi: “A Khorramshar a studiare il conflitto con l’Iraq, per poter scrivere in futuro robe che non leggi altrove. Ma tu sei qui a giudicare in modo così superficiale”.