Alessandro Gassmann: "Leo? Non vedo l'ora di chiamarlo dottore"

·2 minuto per la lettura
alessandro gassmann leo
alessandro gassmann leo

Alessandro Gassmann, in televisione con la nuova fiction Un professore, ha parlato del figlio Leo e delle soddisfazioni che gli sta regalando. Oltre alla carriera musicale, il ragazzo sta per diventare “dottore“.

Alessandro Gassmann e Leo: il rapporto

Il rapporto tra Alessandro Gassmann e il figlio Leo, nato dal matrimonio con Sabrina Knaflitz, è molto speciale. L’attore non ne ha mai fatto mistero e quando il pargolo ha partecipato a X Factor prima e al Festival di Sanremo poi, ha fatto il tifo per lui. “La sera che ha vinto Sanremo mi stavo sentendo male veramente. Ho fatto un grido disumano e mi stavano per cacciare dall’hotel“, ha raccontato in una vecchia intervista a Domenica In. Negli ultimi tempi, Alessandro ha un altro motivo per essere fiero del suo Leo: il ragazzo sta per laurearsi in psicologia.

Alessandro Gassmann: Leo diventa dottore

Intervistato da Vanity Fair, Gassmann senior ha rivelato che Leo sta per diventare dottore in Psicologia e affari internazionali. La laurea avverrà a dicembre 2021 e per questo Alessandro non sa se il pargolo parteciperà al Festival di Sanremo 2022. Ha dichiarato:

“Non so se andrà a Sanremo, so solo che sta scrivendo le canzoni per il nuovo album e che a dicembre ha un appuntamento importante con la laurea in Psicologia e affari internazionali. Sono fiero di lui, tutto quello che ha fatto è frutto dello studio e del suo talento. Non vedo l’ora di chiamarlo dottore“.

Leo ha 23 anni e, oltre ad essersi dedicato alla musica, è riuscito anche a studiare e a portare a termine un percorso universitario non proprio semplice.

Alessandro Gassmann: Leo sarà a Sanremo 2022?

Anche se Leo dovesse partecipare a Sanremo 2022, Alessandro non avrebbe potuto spoilerarlo. Pertanto, non possiamo prendere per buona la sua risposta. Gassmann senior è rimasto sul vago, ma di sicuro sa se il pargolo ha inviato o meno la sua candidatura al Festival. Non a caso, ha dichiarato:

“Con lui ho un rapporto quotidiano, mi piace perché è un ragazzo curioso della vita, è un bravo ascoltatore. Dai ventenni di oggi si impara tanto, sono molto diversi dalla mia generazione, sono informati e più bravi in tantissime cose”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli