Alessia Logli, la figlia di Roberta Ragusa, ospite da Barbara D'Urso: "Sono felice delle nozze di mio padre"

·2 minuto per la lettura
Alessia Logli (Photo: Instagram)
Alessia Logli (Photo: Instagram)

Ospite di “Live non è la D’Urso”, Alessia Logli ha raccontato le sue impressioni sulle seconde nozze del padre. Alessa è la figlia di Roberta Ragusa, scomparsa da Gello San Giuliano Terme il 13 gennaio 2012, e di Antonio Logli, condannato a 20 anni per il suo omicidio e che presto sposerà l’amante Sara Calzolaio in carcere.

Quando la madre scomparve Alessia aveva 11 anni: “Mi sono messa addosso una corazza – ha spiegato duramte la trasmissione di Barbara D’Urso – Inizialmente mi sono appoggiata a mio papà, mi ha aiutato a crescere e maturare, come i miei nonni e i mie amici che mi hanno sempre sostenuto. Credo fortemente nella sua innocenza, credo sia un errore. Ho fatto mille pensieri, è impossibile sapere dove sia mia madre.”

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Il padre di Alessia sposerà tra poco, in carcere, Sara Calzolaio: “Papà l’ha fatta avvicinare piano, perché quando ho scoperto che lei, che era la nostra tata, era la sua amante, ho reagito male. Sono stata delusa, è stato scorretto. Inizialmente non è stato facile, poi si passa oltre. L’ho iniziata a conoscere sotto un altro punto di vista, mi è stata accanto, è stata la mia figura femminile di riferimento. Le voglio bene, sono felice delle nozze. Senza papà la vita è più dolorosa di prima. Lo posso vedere solo in videochiamata per via del Covid”.

Alessia è diventa modella ed è arrivata in finale al concorso Miss Grand Prix quest’anno: “E’ partito tutto da Instagram durante la quarantena. Ho fatto la selezione sul web e poi arrivata la concorso. Ad accompagnarmi c’era il mio fidanzato, al mio fianco da un anno”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Parlando ancora della morte della madre Alessia conclude il suo intervento da Barbara D’Urso con una speranza: “Finché non avrò la prova concreta del fatto che lei è morta crederò sempre nel mio cuore che lei è viva e che possa tornare un giorno da me”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli