Alex Zanardi, si indaga sulle cause dell'impatto

alex zanardi indagine incidente

Sull’incidente occorso ad Alex Zanardi venerdì 19 giugno è stato aperto un fascicolo da parte della Procura di Siena, titolare dell’inchiesta. L’obiettivo dei pm è quello di capire cosa sia realmente accaduto durante la corsa che vedeva coinvolti atleti paralimpici.

Il sostituto procuratore Serena Menicucci, magistrato di turno, ha svolto un sopralluogo sul luogo del sinistro avvenuto nel comune di Pienza. Sono stati chiamati in causa anche i carabinieri della compagna di Montepulciano di eseguire i rilievi e di condurre gli accertamenti sull’accaduto.

Incidente Zanardi: Procura apre indagine

La Procura di Siena ha aperto un fascicolo in merito all’incidente occorso ad Alex Zanardi. Si ipotizza il reato di lesioni gravissime da incidente stradale, in base all’articolo 590 bis del codice penale. I carabinieri, coordinati dal pm, inoltre, hanno acquisito almeno un video amatoriale che avrebbe ripreso il momento del tragico incidente che ha coinvolto il campione bolognese. Si tratta di immagini che potrebbero chiarire la dinamica del sinistro.

L’indagine sull’incidente di Zanardi è condotta dalla Procura di Siena. I militari dell’Arma stanno eseguendo anche verifiche sulle modalità organizzative della manifestazione “Obiettivo 3” a cui partecipava Zanardi insieme ad una decina di corridori. L’obiettivo è di accertare se la corsa si svolgeva in idonee condizioni di sicurezza. Intanto, il conducente del camion di cereali – contro cui si è scontrato Alex Zanardi – è stato sottoposto agli esami tossicologici come da prassi.