Alexa è da quattro anni nelle case degli italiani

no credit

AGI - Alexa è da quattro anni nelle case degli italiani. Quattro anni di richieste di ogni tipo per l'assistente vocale di Amazon, ma anche di polemiche e di concorrenza spietata.

Che quattro anni siano tanti o pochi, in un settore, come quello della tecnologia, in cui il tempo scorre a una velocità tutta sua, è da discutere, ma oggi molti italiani  considerano Alexa se non una compagna di vita (il che sarebbe inquietante) quanto meno una collega di lavoro, una sorta di segretaria sempre a disposizione.

“Di questi primi 4 anni, il 2022 è stato il più entusiasmante in termini di crescita: basti pensare che delle oltre 17 miliardi di interazioni effettuate con Alexa dal 2018 ad oggi, ben 8 miliardi sono avvenute solo quest'anno. E sempre nel 2022, secondo l'analisi condotta da GFK insieme a ServicePlan sui Best Brands 2022, Alexa è rientrata nella classifica Best Product dei 10 brand più amati dagli italiani” dice Gianmaria Visconti, Country Manager di Amazon Alexa in Italia. “A confermare questo successo sono le continue dimostrazioni di affetto da parte degli utenti in tutta Italia, che si affidano quotidianamente ad Alexa per gestire le proprie giornate, dal risveglio sino alla buonanotte, e per divertirsi con musica, ricette, per restare informati o per gestire la smart home.”

Quest'anno gli italiani hanno infatti utilizzato Alexa per impostare 800 milioni tra sveglie e timer, ben 120 milioni di promemoria e 45 milioni di shopping list, e hanno effettuato tramite Alexa ben 28 milioni di chiamate.

Contano su Alexa anche per conoscere le previsioni del tempo, è successo 135 milioni di volte nel 2022, oppure per un aiuto in cucina: risultano 8 milioni le ricette richieste, e tra le più popolari spiccano la carbonara, i pancake e il tiramisù.

Per gli utenti, Alexa è anche una compagna di intrattenimento: le ore di musica riprodotte nel 2022 sono ben 400 milioni. I brani più richiesti restano le hit sanremesi: in primis 'Farfalle' di Sangiovanni, seguito da 'Dove si balla' di Dargen D'amico e 'Brividi' di Mahmood e Blanco.

A livello regionale, sebbene la Lombardia sia la prima regione in Italia per utenti attivi, è il Molise ad essersi affermato come la regione in Italia che ha registrato la maggior crescita di utenti attivi che hanno utilizzato Alexa nel 2022, +56%, mentre sono i campani ad aver scelto Alexa per la gestione della casa intelligente, con un aumento del 62% di routine rispetto al 2021.

E se non c'è da stupirsi che sia Roma la prima provincia italiana per numero di interazioni, a colpire è che sia stata la provincia di Agrigento a registrarne la crescita più significativa, con +63% anno su anno.

Al lancio negli Stati Uniti nel 2014, Alexa aveva solo 13 funzioni disponibili mentre oggi ne vanta centinaia; all'inizio parlava una sola lingua, oggi invece è disponibile in oltre 75 Paesi e in 9 lingue diverse e può anche rilevare più lingue nello stesso momento. Non solo, è anche in grado di cambiare voce con una maschile, basta dire “Alexa, cambia la tua voce”. In più, grazie allo sviluppo di skill di terze parti, che oggi ammontano ad oltre 130 mila nel mondo e oltre 5 mila in Italia, Alexa continua a diventare sempre più smart.

Grazie a questa continua evoluzione, le case degli utenti in Italia stanno diventando sempre più connesse, dove l'interazione vocale rappresenta il modo più semplice e naturale di interagire con la tecnologia, che diventa così alla portata di tutti. Sono state infatti oltre 1,8 miliardi le interazioni tra i dispositivi intelligenti e Alexa nel 2022 in Italia.

Il segreto del successo

I numeri dimostrano il grande successo di Alexa in Italia, ma perché gli utenti hanno trovato proprio nell'assistente vocale di Amazon un punto di riferimento così importante nella propria quotidianità?

Alexa è intuitiva per tutti, capisce ed interagisce indipendentemente dall'accento, dall'età o dalla familiarità del singolo con la tecnologia, ed è anche proattiva: sono infatti oltre 600 milioni le azioni svolte tramite Routine da Alexa al posto degli utenti italiani, i quali quest'anno possono dire di aver risparmiato oltre 6 milioni di ore impostando timer con Alexa anziché aprire il proprio smartphone, chiedendo di riprodurre la propria canzone preferita invece di cercarla tra i vari provider e spegnendo e accendendo le luci comodamente dal loro divano con il solo comando vocale.