Alfa Romeo Tonale debutta su strada, qualità e tecnologia al top

featured 1604542
featured 1604542

Milano, 5 mag. (askanews) – A tre anni di distanza dal concept presentato a Ginevra, Alfa Romeo Tonale debutta su strada a Como, partendo da un luogo simbolico, il tempio Voltiano dove 200 anni fa Alessandro Volta inventò la pila. Una scelta che vuole rimarcare la “metamorfosi” del brand che con Tonale entra nel mondo dell’elettrificazione e alza il livello tecnologico e qualitativo, rivendicando l’appartenenza al segmento premium. “Tonale è diversa da tutte le altre Alfa”, ha detto il numero uno del brand Jean-Philippe Imparato per sottolineare il lavoro fatto sul sistema software e sulla qualità del suv, prodotto nello stabilimento high tech di Pomigliano.

“Con Tonale si apre una strada verso le zero emissioni nel 2027 (per Alfa Romeo). Già oggi il livello di emissioni di questa vettura è inferiore del 40% (130-144 g/km per la ibrida da 160CV ndr). Siamo a un livello di performance veramente premium”, ha detto Imparato.

Il design della Tonale è molto simile al concept di Ginevra e riprende alcuni stilemi Alfa come i tripli fari led e il trilobo centrale. All’interno si vedono i risultati del lavoro sulla qualità: i materiali e le finiture sono di livello e molto curati, l’abitacolo è ben insonorizzato e l’infotainment su base Android è di facile utilizzo, con schermo touch centrale (10,25 pollici), compatibile anche con Apple e cruscotto a “cannocchiale” (12,3 pollici), digitale e configurabile. La connettività è 4G con Alexa che fornisce dati in tempo reale sulla vettura.

Tonale nasce sulla piattaforma di Jeep Compass, è proposta in tre versioni tutte ibride, mild, plug-in e diesel, e porta in dote al gruppo il nuovo motore 1.5 ibrido con turbina a geometria variabile (Hybrid VGT) a ciclo Miller per migliorare prestazione e consumi. Il motore da 130 o 160 CV è abbinato a un unità elettrica integrata nella trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti con recupero di energia in frenata che permette di partire, posteggiare e “veleggiare” in elettrico. La versione da 160 CV offre un buon bilanciamento fra prestazioni (0-100 in 8,8 secondi, velocità massima 210 km/h) e consumi (6l/100km), anche se manca un po quella reattività nella risposta tipica del brand. Nella dinamica di guida si apprezzano la distribuzione dei pesi, le sospensioni anteriori e posteriori McPherson con tecnologia Fsd a smorzamento selettivo o a controllo elettronico (optional), lo sterzo preciso e il cambio fluido e sufficientemente rapido, con paddle al volante (optional). Molto buona la risposta dei freni Brembo con tecnologia Ibs, che ottimizza la frenata rigenerativa.

Alla versione mild hybrid, seguirà la diesel ibrida da 130CV, mentre a ottobre ci sarà la presentazione del plug-in hybrid da 275CV che promette di regalare performance di livello superiore. Due gli allestimenti Super e Sprint, con i pacchetti optional Veloce e Ti per semplificare l’acquisto online. I prezzi di vendita partono da 35.500 euro per la versione ibrida da 130CV fino ai 44.800 della 160CV in allestimento Veloce, mentre le versioni di lancio Speciale, con diversi optional sono offerte rispettivamente a 39mila e 41mila euro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli