Alfa Romeo Tonale, "ecco perché l'abbiamo fatta così"

feedback@motor1.com (Adriano Tosi)

Parla il designer Alessandro Maccolini (a nome anche della sua squadra): dai richiami al passato alle soluzioni nuove, ecco perché il nuovo SUV è fatto in questo modo.

Non se la prendano in Ferrari, né in Aston Martin o in Bugatti: le loro supercar e hypercar non si discutono, ma se c’è una stella al Salone di Ginevra, beh, questa è l’Alfa Romeo Tonale. E non per simpatie personali, ma per l’interesse che ha suscitato, non solo fra gli italiani. E noi l’abbiamo (ri)vista da vicino, studiata e toccata con mano guidati da chi l’ha disegnata: Alessandro Maccolini. Ecco cosa ci ha raccontato. Prima, però, un consiglio contro l’interesse di chi scrive: cliccate play sul video per gustarvi le immagini riprese al Salone…

Alfa Romeo "star" inattesa al Salone di Ginevra

Prima di tutto lo sguardo

Dice subito Maccolini: “Ogni Alfa Romeo «è» prima di tutto il suo frontale. L’elemento che in questo caso prende estrema forza è lo scudetto: è come se arrivasse da dentro, spingesse verso fuori, costringendo il paraurti a interrompersi per lasciargli spazio.

Noi lo definiamo lo scudetto flottante, dal momento che è libero sotto, ai lati e sotto e «tira» in avanti anche parte della porzione anteriore della macchina”. Quanto ai fari, il richiamo è invece molteplice: SZ, ma anche Brera e il concept Proteo.

La “GT Line” nella fiancata

Il profilo della Tonale, gli alfisti non possono non aver colto, viene definito da Maccolini “GT Line”, in virtù del “rigonfiamento” presente al di sotto della linea dei finestrini, ma anche del profilo del tetto (anche se in questo caso, va detto, trattandosi di un SUV coupé tale andamento è comune a tutte le auto di questa fascia di mercato).

Alfa Romeo Tonale
Alfa Romeo Tonale

Differenziarsi da Giulia e Stelvio

Maccolini afferma con orgoglio un aspetto, più degli altri: “Uno degli obiettivi principali che ci siamo posti è quello di differenziare l’auto rispetto a Giulia e Stelvio.

Alfa Romeo Tonale

La Tonale ha una sua personalità, 100% Alfa Romeo ma immediatamente riconoscibile”. Il che, ma questo lo aggiungiamo noi, non può essere affermato dai competitor, specie i tedeschi, che ultimamente tendono a fare un “copia-incolla” piuttosto esplicito fra i modelli della propria gamma.

Tutte le altre novità dal Salone di Ginevra 2019!