Alfonso Signorini e il coming out dei vip: “Orgoglioso di essere gay”

alfonso signorini

Nel corso della prima puntata della nuova stagione de La Repubblica delle Donne, ospite di Piero Chiambretti è stato anche Alfonso Signorini. Il giornalista milanese ha così commentato la nuova copertina di “Chi”, che vede il bellissimo Gabriel Garko come protagonista. Signorini ha dunque preso la palla al balzo per parlare del coming out dell’attore torinese, ma anche di altri Vip che potessero essere gay, ma che non intendono dirlo apertamente.

Alfonso Signorini: rivelazioni inedite

“Gabriel dice una cosa molto importante, ossia che vorrebbe vivere in un paese dove non ci sia bisogno di dichiarare con chi si va a letto”. Alfonso ha poi raccontato di aver fatto coming out circa vent’anni fa, ricordando di essere stato allora sommerso dalle lettere di persone che si sentirono sentite confortate dal suo gesto. “Oggi però la situazione è leggermente cambiata, c’è meno pregiudizio e più consapevolezza. Non mi piace che ci sia questa curiosità morbosa […]. Tutto sommato, uno nel suo letto può fare quello che vuole. Hai visto mai un etero che va in copertina a dirlo? Allora forse c’è discriminazione”.

Molti sono di fatto gli artisti di cui si è parlato relativamente al loro orientamento sessuale. Ma loro, volutamente o meno, non si sono mai dichiarati in un verso o nell’altro. Tali persone vengono dette “fluide”, ma chi sarebbero, oltre a Garko? Anche qui è arrivato il parere di Alfonso Signorini, che ha fatto i nomi di Mahmood, Marco Mengoni, Renato Zero, Roberto Bolle e Gianna Nannini.