Alfonso Signorini su Gabriel Garko e la sua sessualità: ecco perchè lo definisce

Intorno alla sessualità di Gabriel Garko si è sempre fatto un gran parlare, probabilmente perchè fin dagli inizi della sua carriera è stato considerato un sex symbol ed ha fatto innamorare migliaia di telespettatrici: con il passare degli anni si è fatta strada l'idea che l'attore di tante fiction potesse essere gay, ma la cosa non è mai stata confermata nè smentita dallo stesso Garko, che anzi in passato ha avuto storie pubbliche con donne (con Eva Grimaldi, oggi moglie di Imma Battaglia, e con la collega Adua Del Vesco). LEGGI ANCHE: — Gabriele Rossi, ‘ho capito che l’amore è…’: il post toccante dell’attore. Cosa scrive l’amico di Gabriel Garko

Gabriel Garko: Basta etichette sulla sessualità

In particolare, molti si chiedono se Gabriel abbia una storia con l'attore Gabriele Rossi: intervistato da Chi, Garko non ha risposto a questo interrogativo ma ha anzi rilanciato. "Sarà un’utopia, ma sogno un mondo dove non ci sia più bisogno di raccontare quello che succede nella camera da letto tra due persone. Dobbiamo superare le barriere, le etichette, i cliché e tutte queste maledette definizioni, lasciando a tutti la libertà di esprimersi come e quando vorranno", ha dichiarato Gabriel al settimanale diretto da Alfonso Signorini.

Alfonso Signorini, Gabriel Garko e la sua sessualità

Ed è proprio Alfonso Signorini a tornare sull'argomento durante la prima puntata di questa stagione di CR4 - La Repubblica delle donne su Rete4: "(...) Non mi piace che ci sia da parte di intervistatori questa curiosità morbosa ‘allora sei gay? non sei gay?’. Cioè tutto sommato uno nel suo letto può fare quello che vuole. Hai visto mai un etero che va in copertina a dire ‘sono etero’? Allora forse c’è una certa discriminazione", ha dichiarato Alfonso, che ha sempre raccontato di aver fatto coming out 20 anni fa e di essere stato, all'epoca, ringraziato da centinaia di persone che hanno preso coraggio per uscire allo scoperto. Signorini definisce Garko "fluido", come altri vip che non hanno mai voluto esprimersi chiaramente sulla propria sessualità: da Mahmood a Mengoni, ma anche Renato Zero, Roberto Bolle e Gianna Nannini. Nessuno di loro ha fatto pubblicamente coming out anche se per qualcuno, Bolle e Nannini per esempio, si tratterebbe soltanto di una formalità.