Ali Agca: "Emanuela Orlandi è viva e sta bene"

REUTERS/Osman Orsal

Clamorose dichiarazioni sul caso di Emanuela Orlandi da parte di Ali Agca, l'ex terrorista turco che il 13 maggio del 1981 attentò alla vita di Giovanni Paolo II in piazza San Pietro. In una lettera aperta alla stampa internazionale, l'ex "lupo grigio" dichiara: "E' viva e sta bene da 36 anni. Emanuela Orlandi non ha mai subito nessuna violenza. Anzi è stata trattata bene sempre".

Riferendosi alla ragazza scomparsa il 22 giugno 1983, all'età di 15 anni, Agca afferma che "non fu mai sequestrata nel senso classico del termine", ma che "fu vittima di un intrigo internazionale per motivi religiosi-politici collegati anche con il TERZO SEGRETO di Fatima".

LEGGI ANCHE: Ali Agca in Vaticano sulla tomba di Wojtyla. Ora sarà espulso perchè irregolare

"Tutti invitano il Vaticano a rivelare qualche documento in suo possesso sull'intrigo internazionale Emanuela Orlandi - conclude Agca -. Invece io invito la CIA a rivelare i suoi documenti segreti sull'intrigo Emanuela Orlandi, confessando anche la responsabilità diretta della CIA su quel complesso di intrighi internazionali degli anni 1980". "Ci sono molte cose da dire ma per adesso devo limitare il discorso".

Non è la prima volta che Agca sostiene che la Orlandi sia viva, ma alle dichiarazioni dell'ex terrorista non è mai seguito alcun riscontro concreto.

Intanto si attende che riprendano in Vaticano le perizie sulle centinaia di ossa ritrovate in due ossari nel Campo Santo Teutonico, al fine di identificare eventuali resti della Orlandi.

LEGGI ANCHE: Caso Orlandi, migliaia le ossa trovate nel cimitero Teutonico