Alice Scagni accoltellata a morte dal fratello durante una lite in strada a Genova

AGI - Si chiamava Alice Scagni, la donna di 34 anni uccisa domenica sera in strada, nel quartiere di Quinto, levante di Genova. Per il delitto è stato fermato il fratello della giovane, Alberto, che, a quanto si apprende, era disoccupato e seguito per problemi psichici. Il delitto sarebbe avvenuto dopo una lite, l'ennesima tra i due fratelli.

VIDEO - I numeri del femminicidio: “Colpevole” di essere donna

Sulla pagina Facebook di Alice, Alberto aveva lasciato alcuni messaggi in cui traspariva questa tensione. Altri messaggi confusi erano stati inviati ad altri contatti del social network, sempre da parte di Alberto. A soccorrere per primo la donna, e a mettere la polizia immediatamente sulle tracce del fratello, è stato il marito della 34enne. Per Alice, però, era già troppo tardi; è morta subito, colpita da diverse coltellate che l'hanno raggiunta in più parti del corpo. Una volta rintracciato e fermato, Alberto Scagni è stato portato in questura dove gli investigatori della Squadra mobile lo hanno interrogato a lungo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli