Alimenti: frullati, frappe' e alcuni succhi insospettabili 'miniere' di zucchero

Roma, 17 apr. (Adnkronos Salute) - Bibite considerate sane possono essere insospettabili miniere di zucchero. Lo rivela un'indagine condotta dalla Glasgow University (GB) su oltre 2.000 persone, che erano state incaricate di stimare il quantitativo di zucchero presente in una serie di bevande. Sorpresa: se molti sovrastimano il quantitativo di zucchero presente nelle bibite gassate, accade l'esatto contrario per frappé, frullati e succhi di frutta. E a preoccupare i ricercatori è proprio la mancanza di consapevolezza dei consumatori.

Ai volontari è stato chiesto di indovinare - un po' come nei varietà d'altri tempi - il numero di cucchiaini di zucchero presenti in varie bibite (in un cucchiaino ne sono presenti 4,2 g). Ebbene, se il succo di melograno contiene in realtà l'equivalente di ben 22 cucchiaini, per gli intervistati ce n'erano appena quattro. Sottostimato anche lo zucchero presente in succo di mela e in quello d'arancia, nei frappè e in un energy drink con caffeina.

Non solo, molte persone - spiegano i ricercatori sulla stampa britannica - non tengono conto delle calorie presenti nei soft drink, sottovalutando il fatto che in media si consumano 450 calorie al giorno ingurgitando queste bevande. Insomma, secondo Naveed Sattar, responsabile dello studio, emerge chiaramente dalla ricerca che alcune bevande "percepite come sane, sono in realtà molto ricche di zucchero". Dunque è bene tener conto di ciò che si beve, e non solo di quello che si mangia, se si vuole perdere peso, conclude Sattar.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno