Alimenti: #IlCiboNonSiButta, la campagna anti spreco passa per i social

webinfo@adnkronos.com

Aumentare la consapevolezza, l’attenzione e l’informazione del pubblico per combattere gli sprechi: con questo obiettivo il 5 febbraio, nell’ambito della Giornata nazionale contro lo spreco alimentare, Too Good To Go, l’app contro gli sprechi alimentari, promuove la campagna di sensibilizzazione #IlCiboNonSiButta, un messaggio semplice e chiaro su cui fin dall’inizio si è basato il progetto e che sarà al centro delle attività previste per il 2020.  

L’intento è quello di coinvolgere il maggior numero di persone, informandole in primo luogo sulla problematica sprechi e lanciando una call to action che invita utenti, aziende, associazioni, scuole e cittadini a condividere e raccontare sui social network le proprie azioni contro lo spreco, piccole o grandi che siano, accompagnate dall’hashtag dedicato #IlCiboNonSiButta, per entrare a far parte della rete sempre più estesa di 'waste warriors'.  

“Ogni anno in Italia 15 miliardi di euro di cibo vengono sprecati, di cui 13 miliardi dovuti alla sfera quotidiana: una catastrofe in termini economici, etici e ambientali - dichiara Eugenio Sapora, Country Manager di Too Good To Go - È quindi fondamentale approfittare di giornate importanti come questa per puntare sull’informazione e la prevenzione, partendo dalle nuove generazioni, che rappresentano i consumatori e i ristoratori del futuro”.  

Proprio dalle scuole Too Good To Go inizierà un’azione contro lo spreco grazie ai laboratori a tema #IlCiboNonSiButta, per spiegare in parole semplici e chiare come lo spreco impatti e influisca sulla vita di tutti. Tra i primi a partecipare, l’Istituto professionale servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera Carlo Porta di Milano. 

Ad aderire alla campagna, ambassador, influencer e community appartenenti al mondo food come Sonia Peronaci e Al.ta Cucina, Camilla Boniardi alias @camihawke che ha spesso condiviso con i suoi followers riflessioni e progetti legati alla sostenibilità, la campionessa olimpica Federica Brignone, Mirko Alessandrini (youtuber e gamer noto come Cicciogamer89) e Wilma Faissol Facchinetti. Obiettivo comune quello di trasmettere l’idea che tutti, con un piccolo gesto, possano dare il proprio contributo per combattere gli sprechi alimentari. 

Anche Carrefour Italia, uno dei primissimi sostenitori di Too Good To Go al suo arrivo in Italia, ha deciso di aderire alla campagna di sensibilizzazione: mercoledì 5 febbraio, nei Carrefour Market di nove città italiane (Milano, Roma, Torino, Napoli, Caserta, Benevento, Avellino e Salerno) verranno distribuiti dei flyer informativi sulla tematica “antispreco”, riportanti una ricetta speciale elaborata da Al.ta Cucina, una delle pagine social più autorevoli in ambito food. 

Sempre il 5 febbraio, infine, gli esperti di Too Good To Go saranno ospiti di Wise Society, all’interno del master del Politecnico di Milano Brand Extension: from Design To Business, per una lezione dedicata all’anti-spreco.  

Nata nel 2015 in Danimarca con l’obiettivo di combattere lo spreco alimentare, l’applicazione To Good To Go è presente in 14 Paesi d’Europa, conta ad oggi oltre 19 milioni di utenti ed è tra le prime posizioni negli App Store e Google Play di tutta Europa.  

Too Good To Go permette a bar, ristoranti, forni, pasticcerie, supermercati ed hotel di recuperare e vendere online, a prezzi ribassati, il cibo invenduto 'troppo buono per essere buttato' grazie alle Magic Box che contengono una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo.  

Gli utenti della app non devono far altro che geolocalizzarsi e cercare i locali aderenti, ordinare la propria Magic Box, pagarla tramite l’app e andarla a ritirare nella fascia oraria specificata per scoprire cosa c’è dentro.