Alisson ancora insuperabile: nessuno come lui in Serie A

Undicesima gara senza subire goal per Alisson, super anche in Udinese-Roma: il brasiliano è sempre più protagonista.

Terza vittoria consecutiva per la Roma. Dopo il Verona e il Benevento, sempre grazie a Cengiz Under, i giallorossi superano anche l'Udinese. Oltre al turco, autore di quattro goal nelle ultime tre partite, il grande protagonista è senza dubbio l'estremo difensore, Alisson.

Arrivato col grande dubbio di poter essere riserva di Szczesny, Alisson sta dimostrando di essere uno dei migliori portieri d'Europa in questa annata da titolare: polacco alla Juventus e brasiliano nuovo guardiano della Roma.

La vittoria contro l'Udinese è grande merito suo, con parate d'istinto e ottime uscite: su tutte quella su Perica nel secondo tempo, che avrebbe potuto dare il vantaggio ai friulani prima delle reti di Under e Perotti.

Per Alisson si tratta dell'undicesima gara senza subire goal in questa Serie A: a livello statistico nessuno ha fatto meglio. Naturalmente la Roma è una delle squadre con meno reti subite fin qui, 19 (quattro in più di Napoli e Juventus).

"L'anno scorso mi sono sentito un po' abbandonato" ha rivelato Alisson proprio prima della trasferta di Udine. "Però ho lavorato e imparato tanto insieme a un portiere grandissimo come Szczesny. Quando sono arrivato a Roma ero pronto come calciatore, adesso sono pronto anche per il calcio italiano".

Nel 2016/2017 aveva mostrato buone cose una volta chiamato in causa, ma è con la costanza della maglia da titolare che Alisson spiega come mai è il portiere del Brasile. E come mai la Roma ha deciso di puntare su di lui dopo gli anni all'Internacional.

Dopo decenni di dubbi la Roma ha finalmente trovato un grandissimo portiere? Fin qui pare proprio di sì. A fine stagione il verdetto.