Alitalia, avv. Giordano: piano chiaro investimento e partner

Red

Roma, 26 nov. (askanews) - "La manutenzione di Alitalia costa il 40 per cento in più della media del settore, i servizi a terra oltre il 20 per cento, senza contare che la società potrebbe risparmiare altri 100 milioni di euro sul prezzo del carburante. Un sovraccarico di spese in un'azienda che vanta ottime professionalità che, purtroppo, non vengono messe a frutto". Lo afferma in una nota l'avvocato Fabio Giordano, che tra le sue specializzazioni si occupa anche di fusioni e acquisizioni di società nelle aree dell'Europa, Africa e America Centrale.

"Nelle tratte a breve e media percorrenza - spiega l'avvocato - il costo di ogni singolo passeggero per Alitalia è circa 6,5 centesimi al chilometro: il doppio di Ryanair, che spende invece circa 3 centesimi per passeggero. Alitalia resta più vicina ad altri concorrenti, come EasyJet e Vueling, che ne spendono circa 6. Governi e sindacati hanno sempre preferito organizzare operazioni di fortuna con partner raccolti precipitosamente e spesso non solo senza disponibilità economica ma anche senza la volontà di investire per salvare la società. Il risultato - chiosa Giordano - è che in dieci anni Alitalia ha perso la metà dei suoi dipendenti, scesi da 21 mila a poco più di 10mila, ed è costata alle casse dello Stato circa 5 miliardi di euro. L'azienda ha necessità del supporto del Cdp con un 'put and call' per supportare un piano chiaro di investimento, oltre che di un partner che apporti tratte nuove creando anche una low-cost, prima di tagliare personale".