Alitalia, Fassina (Leu): serve gestione pubblica temporanea

Pol/Vlm

Roma, 22 ott. (askanews) - "Su Alitalia il quadro si aggrava di giorno in giorno. Apprendiamo di una ulteriore 'proroga condizionata' e di un ulteriore integrazione di 350-400 milioni di euro al prestito dello Stato all'azienda in amministrazione straordinaria. Il Parlamento però rimane completamente all'oscuro di tutto. Non è accettabile. Domani il governo risponderà in Aula a Montecitorio all'interrogazione a risposta immediata di LeU su Alitalia". Lo afferma il deputato di LeU Stefano Fassina.

"Purtroppo - prosegue Fassina - come già accaduto nelle scorse settimane, il Ministro Patuanelli è impossibilitato a partecipare. Ascolteremo le risposte del Ministro per i rapporti con il Parlamento. Non possiamo più aspettare. Temiamo che, per disperazione, il governo si rassegni ad accogliere il piano industriale predisposto dal consorzio Fs, Atlantia e Delta".

"Un piano che, nel migliore dei casi, è un 'piano biennale di fallimento', nonostante l'enorme numero di esuberi che prevedrebbe. In tale contesto, domani chiederemo al governo se non ritiene necessaria una fase di gestione pubblica temporanea dell'azienda per affrontare le cause strutturali dei problemi di Alitalia, soprattutto le rilevanti cause esterne alle attività aziendali", conclude Fassina.