Alitalia: Landini, 'governo intervenga, non si usino soldi pubblici per licenziamenti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano 9 set. (Adnkronos) – “Chiediamo che il governo intervenga, questa non può essere una trattativa lasciata semplicemente in mano alla nuova società che non può pensare di dare un calcio ai contratti nazionali e addirittura di non prendersi impegni precisi sia sul piano industriale che sulle assunzioni che devono essere fatte". Così il segretario generale della Cgil Maurizio Landini a proposito del dossier Ita-Alitalia, a margine della festa nazionale di Sinistra Italiana a Milano.

Per Landini "come in tutte le situazioni delicate, serve anche che ci sia una strumentazione di ammortizzatori sociali che permetta sia la formazione sia il fatto che nel tempo tutti questi lavoratori abbiano garantita l’occupazione".

"Non abbiamo alcuna intenzione di usare soldi pubblici per firmare dei licenziamenti, noi vogliamo usare in modo intelligente i soldi pubblici perché ci sia un piano di rilancio serio di tutta l’attività aeroportuale nel nostro Paese", ha concluso Landini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli