Alitalia: Landini, 'inaccettabili diktat Ue, Governo convochi parti sociali'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 apr. (Adnkronos) – "Non è accettabile che perdiamo una nostra compagnia così importante e che da un certo punto di vista si subiscano una serie di diktat dall'Europa, che tra l'altro non ha lo stesso atteggiamento rispetto ad altre compagnie. Per esempio vediamo il progetto Air France". Ad affermarlo è il segretario della Cgil, Maurizio Landini nel corso di un'audizione nelle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato sul dl sostegni. Il dossier Alitalia "ci preoccupa e richiede un'attenzione particolare del Governo e del Parlamento", sottolinea Landini. Pertanto "chiediamo al Governo che ci sia una convocazione delle parti sociali per evitare una situazione di non ritorno, una drammatica perdita di posti di lavoro e di capacità industriale, turistica e produttiva del nostro Paese".