Alitalia, M5s: auditi commissari, ora rispettare scadenze

Pol-Afe

Roma, 6 nov. (askanews) - "Oggi durante l'audizione convocata alla Camera abbiamo avuto modo di interrogare i commissari di Alitalia in merito all'attuale situazione della compagnia, i risultati ottenuti dall'amministrazione straordinaria e gli scenari futuri. Siamo parzialmente soddisfatti da quanto riferitoci: infatti, ci è stato confermato che, pur trattandosi di un'azienda che sta sul mercato nei limiti dell'amministrazione straordinaria, i ricavi di Alitalia sono in aumento e si prevede di chiudere l'anno con un fatturato superiore ai tre miliardi. Crescono gli investimenti in manutenzione ma, anche a causa delle peculiarità della situazione, si riducono le risorse per la flotta e mancano investimenti in altri ambiti, come l'innovazione". Così in una nota i parlamentari del Movimento 5 Stelle delle commissioni Trasporti e Attività produttive.

"Certo, ora sarà indispensabile concludere le trattative entro il mese di novembre. I 400 milioni di euro di prestito previsti nel decreto fiscale, infatti, serviranno proprio ad assicurare l'ordinaria gestione fino al primo trimestre 2020 e finanziare il closing dell'operazione, garantendo autonomia anche dopo la scadenza del termine offerte del 21 novembre. Nell'individuare i partner industriali è indubbio, come confermato dagli stessi commissari, che sarà necessaria l'esperienza e la professionalità di chi ha già gestito vettori aeromobili. Qualunque decisione sulla futura governance è comunque affidata al consorzio. Quel che è certo è che la nuova compagnia di bandiera dovrà definire subito un piano industriale che permetta di garantire non la mera sopravvivenza, ma piuttosto di guardare al futuro nell'ottica di un serio rilancio del vettore, garantendo i livelli occupazionali, obiettivo per il quale il Governo si sta spendendo al massimo", concludono i deputati pentastellati.