Alitalia, Mulè (fi): continua raggiro, Patuanelli intervenga

Pol/Arc

Roma, 24 giu. (askanews) - "Ancora oggi Alitalia continua il raggiro nei confronti degli italiani. È sufficiente provare a prenotare dal primo agosto un volo dall'Italia per San Paolo in Brasile e avere la possibilità di acquistarlo alla cifra di 1.000 euro per un viaggio in classe economica di sola andata. È chiaro anche alle pietre che sarà impossibile viaggiare per il Brasile dal primo agosto dal momento che l'emergenza Covid nel paese sudamericano è tra le più terribili al mondo. Eppure Alitalia si ostina a vendere biglietti sapendo che non riuscirà a volare in Brasile". Lo dichiara in una nota Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.

"Accade lo stesso per decine di altre destinazioni intorno al mondo che, a causa del Covid-19, Alitalia non raggiungerà per la ridotta operatività dei suoi velivoli. Il raggiro consiste nell'incassare immediatamente i soldi dei viaggiatori per poi annullare il volo a ridosso della partenza e consegnare un voucher. Questa manovra consente ad Alitalia di fare cassa e garantirsi liquidità immediata a fronte di un impegno che non potrà mantenere. Già ieri avevo sollecitato il ministro Patuanelli a intervenire immediatamente e mi era stato assicurato un intervento celere sul commissario Leogrande, che evidentemente non ha sortito ancora effetto. Nel frattempo si consuma l'ennesima beffa a danno degli italiani: grave nel metodo, immorale nel merito", conclude.