Alla COP26 l’Esa accelera l’azione contro il climate change

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Glasgow, 3 nov. (askanews) - Alla Cop26 anche l'Esa (Agenzia spaziale europea) è pronta a mostrare come i dati satellitari siano fondamentali per gli sforzi globali finalizzati a evitare la catastrofe climatica. Lo spiega la stessa agenzia in un articolo online.

L'edizione del 2021 della Cop26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, si svolge a Glasgow, in Scozia, dal 31 ottobre al 12 novembre. Il vertice mira a ispirare un'azione più rapida e ambiziosa da parte della comunità internazionale per raggiungere l'obiettivo di limitare l'aumento della temperatura globale a 1,5°C entro la metà del secolo.

Anche l'Esa sta intensificando i suoi sforzi per utilizzare lo Spazio come risorsa per combattere la crisi climatica. Nei prossimi 10 anni, l'agenzia fornirà contributi fondamentali per consentire alla società di raggiungere gli obiettivi concordati durante la COP26.

Le azioni contro il cambiamento climatico sono una priorità strategica dell'ESA, come menzionato nell'Agenda 2025 e nel recente Rapporto sull'accelerazione dell'uso dello Spazio in Europa.

Durante le cruciali settimane della COP26, esperti e portavoce dell'Esa sono a disposizione dei media e dei partecipanti per illustrare in dettaglio come lo Spazio, la stessa agenzia e i satelliti europei di prossima generazione così come quelli già esistenti - per esempio le "sentinelle" del programma di monitoraggio della Terra dallo Spazio Copernicus o il sistema italiano CosmoSkymed dell'Asi - possono contribuire al raggiungimento degli obiettivi dell'Accordo di Parigi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli