Alla festa della Lega a Pontida le pizze portano i nomi delle ong

festa lega pontida

Alla festa della Lega di Pontida, che si svolge ogni anno in questo periodo nella cittadina bergamasca, si coglie l’occasione per ironizzare sui migranti. In particolare, presso gli stand gastronomici si possono assaggiare le pizze “Aquarius” e “Sea Watch“. Per i più raffinati, invece, esistono la pizza Flat Tax o quella del Capitano. Non solo: la pizza del segretario, la Va’ pensiero (scritta però Và pensiero), l’Umberto, la Rosa Camuna, la Ladrona, la Ruspa. Insomma, ce ne sono per tutti i gusti.

Festa della Lega a Pontida

La tradizionale festa della Lega a Pontida si è aperta lo scorso 8 agosto e si chiuderà il 18 di questo mese. Per quest’anno gli organizzatori hanno deciso di deridere i fatti di attualità. E così, tra il menu a disposizione dei partecipanti, è possibile degustare la pizza Acquarius, con tonno, olive, gamberetti e rucola; oppure Sea Watch, con frutti di mare e carciofi. Oltre alle pizze con i nomi delle navi ong, però, spuntano alcune magliette con la scritta “Festa di Pontida” in russo, per prendersi gioco del caso Moscopoli e dei fondi russi. Tuttavia, le magliette verdi stampate con la foto di Alberto Giussano riportano la dicitura “Partito di Pontida” anziché festa come voleva essere l’idea originale.

magliette lega

La spiegazione

Il segretario di Pontida del partito leghista, Antonella Pellegrinelli, spiega al Corriere della Sera che si tratta di “decisioni degli organizzatori della festa. I nomi delle pizze sono solo dei nomi, capita spesse che se ne scelgano alcuni così per ridere”. Il deputato Daniele Belotti, inoltre, riferisce: “Sono scelte loro, in linea con il tono goliardico della festa: fare polemiche sui nomi delle pizze mi sembra eccessivo”.

Infine, parla anche il sindaco, Pierguido Vanalli: “Ogni anno si sceglie qualche argomento di attualità per riderci sopra. Gli organizzatori hanno anche creato magliette in cirillico per scherzare sulla storia dei rubli. Nel caso specifico, sulla scelta di quei nomi non saprei come commentare. Certo, c’è anche da dire che con il successo di Salvini ormai nella Lega è entrata anche troppa gente e chiunque dice la sua. A dire la verità non avevo notato come avessero chiamato quelle due pizze, ma visto che una mette insieme frutti di mare e porcini direi che quello del nome è il problema meno grave“.