Alla Pisana in scena l'emergenza rifiuti a Roma e nel Lazio

Bet

Roma, 20 nov. (askanews) - Occhi puntati sull'emergenza rifiuti a Roma e nel Lazio. Il Consiglio regionale si è infatti riunito oggi per una seduta dedicata al tema dell'emergenza rifiuti nella Regione, chiesta dai gruppi di centrodestra e la discussione proseguirà mercoledì 27 novembre. "Le motivazioni per cui abbiamo richiesto questo Consiglio straordinario sono evidenti", ha esordito Massimiliano Maselli (FdI), primo firmatario della richiesta. "Questa Regione è in una totale emergenza da tempo. I dati li conosciamo tutti quanti. La situazione della città di Roma è sotto gli occhi di tutti, una situazione che rischia di comportare una serie di danni, penso all'allarme che hanno lanciato i pediatri sulla salute dei bambini. E si tratta di una emergenza che non è dettata da fattori imprevedibili, ma da una serie di scelte che la politica doveva fare e che fino a oggi non sono state fatte. Mi riferisco alla Giunta regionale, ma anche alla Città metropolitana e al Comune di Roma", ha aggiunto Maselli. Il Consigliere di Fratelli d'Italia ha poi detto che sarebbe stato più opportuno discutere il Piano rifiuti, "su cui siamo in grave ritardo e mi auguro che l'assessore ci possa tranquillizzare sui tempi di approvazione da parte della Giunta. Vogliamo capire qual è l'orientamento della maggioranza e le scelte che si vorranno fare. In questo Consiglio straordinario possiamo anticipare il confronto". Maselli ha concluso il suo intervento con un auspicio: "La stagione dello scaricabarile deve finire - ha detto - dobbiamo fare delle scelte, noi porteremo il nostro contributo, ma le scelte principali devono farle chi governa la Regione e la città di Roma. Il fallimento di chi governa questa città è sotto gli occhi di tutti". (segue)