## Allarme coronavirus, parola d'ordine in Cina: evitare nuova SARS -4-

Mos

Roma, 21 gen. (askanews) - La preoccupazione, intanto, corre anche più veloce del virus. In Giappone il primo ministro Shinzo Abe ha tenuto una riunione del governo, nella quale ha ordinato la massima vigilanza e il rafforzamento delle regole di quarantena. "Sebbene non sia in una situazione in cui sia confermata una trasmissione continuativa da umano a umano, il numero di pazienti sta crescendo in Cina. Dobbiamo essere vigili", ha affermato il capo del governo di Tokyo.

Anche le autorità di quarantena della Corea del Sud sono state messe in massima allerta, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa Yonhap. Peraltro all'Aeroporto di Seoul è stato confermato che una donna cinese di 35 anni, proveniente da Wuhan, è stata fermata e messa in quarantena in un'area isolata perché contagiata, anche se non ha contratto la polmonite.

A Ginevra è in calendario una riunione d'emergenza dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) proprio valutare il rischio presentato dal contagio e se segnalarlo come minccia sanitaria globale.