Allarme Covid nei luoghi di vacanza: tornano mascherine all'aperto e stop alla vendita di alcolici

·2 minuto per la lettura
REUTERS/Jennifer Lorenzini
REUTERS/Jennifer Lorenzini

Quattordici persone sono risultate positive al Covid a Stromboli e undici a Capri nelle ultime ore. Ma l'allarme coronavirus sta scattando in diverse località di vacanza della Penisola. A Otranto e sui lidi laziali i sindaci sono tornati a imporre la mascherina all’aperto dalle 18 in poi. 

LEGGI ANCHE: Figliuolo: "In 10 giorni tamponi a prezzo calmierato"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Green pass, quando e dove sarà obbligatorio? Dai ristoranti alle palestre tutto quello che c’è da sapere sul pass verde

In molte località è stato annunciato lo stop alla vendita di alcolici dopo le 22 e la chiusura di tutte le attività commerciali alle 3 di notte. Quella che doveva essete un'estate "Covid free", sta diventando un incubo per molti vacanzieri. Complici i festeggiamenti per gli Europei e le feste e gli assembramenti all'aperto nei luoghi di villeggiatura.

LEGGI ANCHE: L'importante annuncio sugli effetti del vaccino a lungo termine

Obbligo di mascherina da San Felice Circeo all’isola di Ponza. In Campania il governatore Vincenzo De Luca ha annullato tutti gli eventi a rischio assembramento, come i concerti del Giffoni Film Festival. A Fiumicino, in provincia di Roma, è scattato l’allarme per l’aumento dei contagi: da 37 a 100 in poche ore. Anche in Emilia Romagna i contagi salgono, soprattutto nella zona di Rimini, dove le forze dell’ordine hanno chiuso due locali, il "Byblos" di Rimini e il "Malindi" di Cattolica. Sospetto focolaio anche in Garfagnana (Lucca), dove nella Valle del Serchio è stato registrato un aumento anomalo di casi nella fascia di età tra i 15 e i 25 anni. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Covid, Musumeci revoca le "zone rosse" in Sicilia

LEGGI ANCHE: Stromboli, focolaio covid a causa di 14 persone. Si teme per la stagione turistica

Focolai sono stati registrati anche in montagna: da Sestriere, dove sono in isolamento 16 ragazzini, alle Dolomiti, dove un albergo a Brentonico è stato chiuso a causa di un focolaio scoppiato tra 10 ragazzi. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli