Allarme in Giappone per una nuova mutazione del virus Covid 19

·1 minuto per la lettura

AGI - E' allarme in Giappone per una nuova variante che risulta piuttosto resistente ai vaccini. La mutazione del virus -  E484K - è stata scoperta nell'ospedale universitario di Tokyo, dove la maggior parte dei pazienti ricoverati per Covid-19 in marzo era stato contagiato dalla variante, detta comunemente Eek. Si tratta di 10 pazienti su 14, pari al 70%. La notizia è stata diffusa dall'emittente pubblica giapponese, Nhk e riportata dall'agenzia Reuters. 

A meno di 4 mesi dall'inizio delle Olimpiadi di Tokyo, le autorità sanitarie giapponesi mettono in guardia contro un possibile nuovo aumento dei contagi, che definiscono "quarta ondata", dovuto soprattutto alle varianti. La preoccupazione deriva soprattutto dal maggior grado di contagiosità di tali forme del virus, e della loro resistenza ai vaccini, che peraltro in Giappone non sono ancora decollati.

In particolare, la cosiddetta "variante inglese" ha preso piede nella regione di Osaka, provocando l'annullamento delle tappe locali della "staffetta" della fiamma olimpica. Il Giappone, circa 126 milioni di abitanti, ha finora registrato 486.592 casi di Covid e 4.785 decessi. I vaccini somministrati finora, secondo i conteggi di Bloomberg, sono 1,1 milioni, pari allo 0,4% di copertura.