Allarme lanciato dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute (Nas)

·2 minuto per la lettura
Viagra in integratori alimentari: richiamati due prodotti
Viagra in integratori alimentari: richiamati due prodotti

Viagra negli integratori alimentari: richiamati dal Ministero della Salute due prodotti contenenti Sildenafil, il farmaco prodotto da Pfizer utilizzato nella terapia della disfunzione erettile.

Viagra negli integratori alimentari

Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, ha segnalato, attraverso il Sistema di Allerta Rapido per Alimenti e Mangimi (RASFF) europeo, la presenza di Sildenafil negli integratori alimentari, nonchè in due prodotti venduti anche in internet. Si tratta di ForzaPiù formula extra forte e Potenza Max ginseng complex.

Viagra negli integratori: l’allerta del Ministero della Salute

Sul sito ufficiale del Ministero della Salute è stata pubblicata l’allerta relativa al richiamo dei due integratori alimentari: si parla di ForzaPiù formula extra forte e Potenza Max ginseng complex. Nel dettaglio, nei due prodotti segnalati sarebbe presente il sildenafil (conosciuto meglio come Viagra), il farmaco sviluppato dalla Pfizer utilizzato principalmente nella terapia della disfunzione erettile. Si tratta di una sostanza che, ovviamente, non deve, e non può essere, presente in simili composti e per la quale è necessaria una prescrizione medica.

Viagra negli integratori ForzaPiù e Potenza Max

Gli integratori alimentari in questione sono quelli venduti in confezioni da quattro capsule ciascuna e riportano i seguenti numeri di lotto e termine minimo di conservazione (Tmc):

  • ForzaPiù formula extra forte, lotto 779296438 TMC 03/2022 confezione da 4 capsule.

  • Potenza Max ginseng complex, lotto 4589136 TMC 10/2022 confezione da 4 capsule.

I due integratori risultano essere prodotti nel Regno Unito dalla ditta Unlimited OA OA LTD, international house: 24 Holborn Viaduct, Londra EC 1A 2BN, e venduti dal brocker spagnolo Green Box supplements, L. Carlos Cano 9961, 29010 Malaga.

La presenza della sostanza proibita è stata segnalata attraverso il sistema di allerta rapido europeo Rasff dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute (Nas), che nei giorni scorsi ha partecipato a un’operazione coordinata dall’Europol proprio contro la vendita di integratori alimentari contenenti sildenafil.

Nel corso di 5 perquisizioni in società di logistica e commercio online nelle province di Piacenza, Rieti, Torino, Rovigo e Milano, i militari hanno sequestrato circa 10mila capsule di falsi integratori alimentari contenti sildenafil, per un valore di 65mila euro.