Allarme salute mentale: 46mila suicidi tra adolescenti all'anno

·1 minuto per la lettura

Forte campanello d'allarme da parte dell'Unicef, che nel nuovo report "La condizione dell’infanzia nel mondo – Nella mia mente: promuovere, tutelare e sostenere la salute mentale dei bambini e dei giovani" evidenzia dati preoccupanti sulla salute mentale degli adolescenti.

Secondo quanto riportato nello studio a più di un giovane su sette tra i 10 e 19 anni è stato diagnosticato un disturbo mentale, un vero e proprio esercito di 89 milioni di ragazzi e 77 milioni di ragazze che vivono con disagi spesso debilitanti. Infatti, secondo i dati, ogni 11 minuti un adolescente si toglie la vita, con un numero di suicidi che sfiora i 46mila casi all’anno.

Cifre impressionanti, con ansia e depressione che rappresentano il 40% di tutti i disturbi diagnosticati. A gravare sui giovanissimi ci poi sono anche il disturbo da deficit dell’attenzione, il disturbo bipolare, i disturbi alimentari, la schizofrenia e le tante manifestazioni dei disturbi dello spettro autistico. Il suicidio, si legge nel report, è tra le prime cinque cause di morte tra i 15 e i 19 anni in tutto il mondo, e la seconda nell’Europa occidentale (la prima sono gli incidenti stradali).

In questo quadro disarmante si registra l’inerzia delle istituzioni. “I governi stanno investendo troppo poco per affrontare questi bisogni fondamentali”, ha fatto presente Henrietta Fore, direttrice generale dell’Unicef. A livello mondiale per la salute mentale viene destinato infatti circa il 2% delle spese sanitarie: "Troppo poco rispetto al necessario".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli