All'arrivo degli agenti fuggi fuggi e bouquet sul tavolo

·1 minuto per la lettura
Matrimonio vietato, la sposa scappa e lascia il bouqet
Matrimonio vietato, la sposa scappa e lascia il bouqet

Assembramento a un matrimonio a Gavriate, la sposa scappa e lascia il bouqet dopo l’arrivo della polizia locale al ristorante. Partiamo dal proprietario di quest’ultimo: per lui è scattata una multa di 400 euro e la chiusura del locale per cinque giorni. Lo impongono le norme anti covid che l’esercente evidentemente ha ignorato. Ma la storia che arriva dalla provincia di Varese ha il suo epicentro negli sposi, in particolare nella sposa. Secondo una ricostruzione della polizia municipale che ha effettuato il ‘blitz’, la coppia avrebbe messo su una cerimonia con tutti i crismi.

Assembramento al matrimonio, banchetto vietato

Faccenda questa sacrosanta ma non in epoca covid, visto che c’era molto di più della stringata (e lecita) cerimonia in chiesa. La coppia infatti avrebbe dissimulato le sue reali intenzioni con un commiato sbrigativo, ma solo per raggiungere in pace il ristorante. Lì c’era la pletora di amici e parenti ad attenderli per un banchetto a tutti gli effetti illegale. Ma una pattuglia della polizia locale ha notato il corteo e lo ha seguito fin sul luogo del ‘misfatto’, dove cioè in base alle disposizioni in vigore ci sarebbe dovuto essere il deserto. Le norme infatti consentono l’apertura di ristoranti e locali di somministrazione nelle zone attenzionate solo per l’asporto.

Nel locale anche un pranzo di battesimo

Sta di fatto che all’arrivo degli agenti è scattato un mezzo fuggi fuggi, in testa al quale c’era la sposa, che nella fretta di evitare l’identificazione ha abbandonato, novella Cenerentola a modo suo, il bouquet nuziale sul tavolo. Secondo i verbali degli operanti che hanno effettuato i controlli nel ristorante in questione pare fosse in atto anche un altro tipo di banchetto, per un battesimo.