All'asta il volantino con cui le Br rivendicarono il sequestro di Aldo Moro

·1 minuto per la lettura
A picture dated circa April 1978 shows detained Italian Prime Minister Aldo Moro in a photograph sent by the Red Brigades to the Italian daily
A picture dated circa April 1978 shows detained Italian Prime Minister Aldo Moro in a photograph sent by the Red Brigades to the Italian daily

“Lotto 43, base d’asta:600”. E’ quanto compare nella pagina online della casa d’aste Bertolani Fine Art che ha messo all’incanto il volantino con cui le Brigate Rosse rivendicarono il sequestro di Aldo Moro e l’uccisione della sua scorta, nel marzo del 1978 a Roma. “Questo fu il primo di una serie di comunicati che seguirono fino all’epilogo - scrive la casa d’asta nella presentazione del documento - con la soluzione finale della vicenda Moro.

Drammatico testo di propaganda, redatto e fatto pervenire alle organizzazioni giornalistiche perché divulgassero le motivazioni del rapimento, e le ragioni politiche di lotta di classe che spingevano la rivoluzione brigatista negli anni ’70 ad essere così violenta”. Al momento sono 12 le offerte pervenute, sempre secondo quanto si legge sulla pagina web. L’offerta attuale è di 1.700,00 euro.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli