Alleanza tartufo bianco di Alba e viticoltori Alta Langa Docg

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 set. (askanews) - Una alleanza tra il Consorzio Alta Langa e il Centro Nazionale Studi Tartufo. Il progetto è stato presentato durante Tuber Primae Noctis: la notte del debutto per il Tartufo Bianco d'Alba che si è celebrata lunedì 20 settembre nell'Astigiano, a Moncalvo, segnando dalla mezzanotte il via ufficiale alla cerca del Tartufo Bianco in Piemonte dopo il periodo di fermo biologico.

"Insieme al presidente Antonio Degiacomi e al Centro Nazionale Studi Tartufo - ha annunciato nel corso della serata Paolo Rossino, responsabile operativo del Consorzio - stiamo strutturando un progetto pilota di sensibilizzazione dei nostri soci viticoltori per dedicare una porzione di terreno alla piantumazione di alberi simbionti del tartufo. Questi alberi potranno essere curati direttamente dagli agricoltori, o si potranno stabilire accordi con associazioni di trifolao che se ne occupino in modo da favorire buone pratiche di sviluppo e mantenimento delle tartufaie sul territorio delle colline alte di Langa. Auspichiamo che anche altri enti e associazioni si muovano in questa direzione: come e più che piantare una vite, piantare un albero significa avere capacità di immaginare il futuro".

"Il legame tra i nostri vini Alta Langa Docg e il Tartufo Bianco d'Alba in questi anni si è fatto via via più stretto - ha commentato il presidente del Consorzio Alta Langa, Giulio Bava - La collaborazione del Consorzio con l'Ente Fiera e con tutti gli attori di questa straordinaria manifestazione che è La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba si consolida anno dopo anno".

Il Consorzio Alta Langa sarà, per il sesto anno consecutivo, la bollicina ufficiale della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli