Allerta alimentare: possibili micotossine nelle freselline integrali

allerta alimentare freselline

Nuova allerta alimentare. Il Ministero della Salute ha ordinato il ritiro immediato delle freselline integrali confezionate. Il motivo riguarda un possibile rischio microbiologico per i consumatori. Il prodotto interessato dal richiamo è un lotto di freselline integrali vendute in confezioni da 350 grammi ciascuna con marchio “Primia” dalla ditta Network S.c.a.r.l., con sede in Via Pergolesi a Milano.

Nel dettaglio, il lotto interessato dal richiamo è il numero 133.C.19. La data di scadenza o termine minimo di conservazione è fissato al 29 Luglio 2020. L’alimento in questione è prodotto dalla ditta Colacchio Food S.r.l. nello stabilimento di via Pascoli a San Costantino Calabro, in provincia di Vibo Valentia.

La decisione è stata presa in seguito ad alcuni controlli che hanno evidenziato la possibile presenza nel prodotto di micotissine oltre i limiti di legge. Nello specifico, è stato riscontrato un valore di DON (deossinivalenolo) elevato e superiore a quanto è previsto dal Regolamento numero 1881 del 19/12/2006 e successive modifiche.

Allerta alimentare: micotossine nelle freselline integrali

La micotossina in questione è il deossinivalenolo, conosciuto anche cone DON o vomitossina. Appartiene al gruppo dei tricoteceni. É una delle micotossine più diffuse negli alimenti e nei mangimi, presente soprattutto nei cereali semilavorati. Secondo la classificazione internazionale dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, questa micotissina non è considerata cancerogena per l’uomo. In ogni caso, per legge, i valori nei cibi e negli alimenti umani deve essere controllato perché può portare ad una intossicazione.

Lunedì 4 Novembre 2019, il Ministero della Salute aveva fatto richiamareda tutti i negozi di alimentare le confezioni di gelato bianco variegato al cacao a marchio Benesì Coop. Il motivo riguardava la possibile presenza di di caseina non dichiarata in etichetta.