Allerta meningite: altro caso a Lucca

allerta meningite lucca

Allerta meningite a Lucca: un uomo di 48 anni si è recato all’ospedale cittadino di San Luca con febbre alta e mal di testa. Preso in cura immediatamente dai medici presenti, le analisi hanno confermato l’infezione. Attualmente, però, le condizioni generali del paziente non desterebbero preoccupazione.

Il 48enne era arrivato al pronto soccorso nella notte tra venerdì 8 e sabato 9 Novembre 2019. Gli esami a cui era stato sottoposto avevano confermato la diagnosi di sepsi meningococcica. Durante la giornata di ieri, domenica 10 Novembre, i medici avevano fatto richiesta all’Azienda ospedaliero-universitaria Meyer di Firenze la conferma e la tipizzazione del patogeno, le quali, al momento, non sono ancora arrivate.

Come di prassi in questi casi, è stata avviata la profilassi per chiunque abbia avuto stretti contatti con il 48enne. Inoltre, sono state predisposte le misure necessarie per i soggetti a rischio, molti delle quali già effettuati presso il nosocomio.

Allerta meningite: altro caso a Lucca

Da notare come questo sia il secondo caso in pochi giorni. Lunedì 4 Novembre, infatti, una donna di 48 anni si era recata al pronto soccorso colpita a sua volta da meningite di tipo B. La signora è adesso fuori pericolo. Tra i sintomi principali della meningite, infezione che può essere di forma batterica o virale, ci sono febbre, sonnolenza con possibile alterazione dello stato di coscienza, forte emicrania, rigidità del collo, eruzioni cutanee a chiazze e forte fastidio della luce.