Maltempo: esondazioni, trombe d'aria e sfollati

Allerta maltempo su gran parte dell'Italia

Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Sardegna, Campania, Liguria e Toscana. Sono queste le regioni che tra domenica 3 e lunedì 4 novembre saranno investite dal maltempo.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L'allerta meteo prevede precipitazioni diffuse e abbondanti su gran parte della Penisola. Sono già in corso precipitazioni intense, specialmente su Liguria, Campania e Toscana. I fenomeni sono accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Allarme rosso in Liguria

E proprio in Liguria si sono verificati i primi grossi disagi, con allagamenti, trombe d’aria, esondazioni di torrenti, cedimenti stradali e schianti di alberi. Circa sessanta persone sono rimaste isolate in località San Pietro, a Sanremo (Imperia), a causa della voragine che si è aperta sull'unica strada che conduce all'abitato. La situazione più grave è a Sestri Levante, dove l'allerta da arancione è diventata rossa e lo sarà fino alle 23 di domenica, così come su tutto il Levante ligure. "Non uscite da casa", ha ordinato il sindaco di Sestri, Valentina Ghio - Se il mare si ingrossa, la situazione si complica”. Sono già numerose, infatti, le strade e le piazze allagate nella cittadina ligure, mentre Riva Trigoso risulta isolata. Una tromba d'aria ha investito Lavagna facendo volare via il tetto di alcune abitazioni.

LEGGI ANCHE: Alluvione a Sestri Levante, esonda il Petronio. Il sindaco: “Non uscite di casa”

Il torrente Petronio è esondato nei pressi di Casarza Ligure. Decine gli interventi del personale del Comune. Chiuse alcune strade e la galleria per Moneglia. Il fiume Vara in località Sciarpato, nel comune di Sesta Godano, è esondato verso le 13. Una famiglia è stata sfollata e altre due sono state trasferite ai piani alti della palazzina. Anche il paese di San Pietro Vara, nel comune di Varese Ligure è allagato. Allagamenti anche a Maissana. Il fiume Vara minaccia questi paesi perchè, dopo aver oltrepassato il secondo livello di guardia, è arrivato a toccare uno dei ponti nel centro dell'abitato.

Una crepa si è aperta su un ponte nel comune di Albiano Magra, al confine tra la provincia della Spezia e quella di Massa Carrara. In corso interventi per frane e pali elettrici caduti per il forte vento, le cui raffiche hanno toccato i 166 km all'ora.

LEGGI ANCHE: Maltempo: Prot. Civile Lazio: criticità per temporali

Toscana, Veneto e Campania

In Veneto, invece, un elicottero dell`Aeronautica Militare è intervenuto per soccorrere due pescatori in difficoltà sulla loro imbarcazione nella Laguna in prossimità di Chioggia. L’equipaggio d'allarme, dopo essere stato attivato dal Rescue Coordination Centre dell'Italian Air Operation Centre di Poggio Renatico, è decollato dall'aeroporto militare di Cervia e si è diretto nella zona d'intervento.

Le attività di ricerca e di successivo recupero, avvenuto tramite l'uso del verricello, sono state particolarmente complesse a causa della scarsa visibilità e del forte maltempo. I due uomini soccorsi, in avanzato stato di ipotermia, sono stati trasferiti all'ospedale di Chioggia.

Nel Salernitano, precisamente a Nocera Inferiore, sono state evacuate 100 famiglie in via precauzionale visto il rischio di possibili alluvioni e di colate di fango sulla zona. A Capri è stato ordinato lo stop agli aliscafi, così come quelli che collegano Napoli e Sorrento.

Decine di interventi dei vigili del fuoco in Toscana per il maltempo e le forti precipitazioni che per alcune ore hanno colpito la provincia di Pisa. Nessun danno particolare ma sono state una sessantina le richieste di soccorso giunte per allagamenti e qualche smottamento, anche a Empoli.

GUARDA ANCHE - Previsioni meteo per il 4 novembre


Cosa aspettarsi nelle prossime ore

Come informa il sito ilmeteo.it, è presente una vasta area di bassa pressione (Depressione d'Islanda) che continua a pilotare impulsi perturbati verso l'Europa Occidentale e l'Italia. Nel suo incedere questo vortice ciclonico richiamerà fortissimi venti (raffiche ad oltre 90 km/h al Centro Sud) che, attraversando il bacino del Mediterraneo si caricheranno di umidità causando fenomeni temporaleschi violenti e pericolosi.

LEGGI ANCHE: Allerta meteo in Campania: a Mugnano scuole chiuse lunedì 4 novembre

Non sono da escludere locali allagamenti o alluvioni lampo. Non andrà meglio sul resto dei settori tirrenici, col passare delle ore infatti il maltempo raggiungerà velocemente anche il resto del Centro e poi del Sud con la possibilità anche qui di rovesci temporaleschi particolarmente violenti. Attese forti precipitazioni sotto forma di nubifragi anche a Roma e Napoli specie nella seconda parte di giornata.

La neve tornerà a cadere abbondante, accumuli oltre il mezzo metro in poco tempo, al di sopra dei 2000 metri di quota sull'arco alpino centro orientale. Lunedì 4 novembre la situazione andrà migliorando ma nel corso della prossima settimana sono attese nuove perturbazioni atlantiche.

GUARDA ANCHE - Maltempo, nubifragio a Milano