Allerta nella base di Aviano, ordini di riservatezza dagli Usa

allerta base aviano

La base aerea di Aviano, situata nel Friuli Venezia Giulia, è ufficialmente in stato di allerta. La Us Air Force ha pubblicato alcune importanti raccomandazioni sul profilo Facebook della base in seguito all’uccisione del generale iraniano Soleimani in Iraq. La base militare italiana è infatti utilizzata dall’Usaf, l’aeronautica militare statunitense, ed è uno dei principali punti di appoggio nel Mediterraneo delle forze aeree Usa.

Allerta dell’Usaf nella base di Aviano

“Assicuratevi che la Opsec sia una priorità. Distruggete documenti, criptate le email e non discutete al di fuori del lavoro, di operazioni, date o orari”. Queste le indicazioni del comando militare statunitense.

Tra le raccomandazioni anche l’attivazione del protocollo Opsec, una serie di misure di sicurezza per evitare una fuga di informazioni sensibili. Nel comunicato si invita inoltre tutto il personale della base a contattare il numero interno per segnalare qualsiasi comportamento sospetto. Il dipartimento della Difesa di Washington ha inoltre dichiarato che le misure di sicurezza nelle installazioni Useucom, il Comando delle forze statunitensi in Europa, rimangono per ora invariate.

Già nei giorni scorsi si erano registrati diversi movimenti nei cieli di Aviano. Velivoli per il trasporto delle truppe e aerei cisterna sarebbero infatti atterrati nella base durante il fine settimana per operazioni di rifornimento. La situazione di allerta si è intensificata ulteriormente in seguito al precipitare della situazione nel Medio Oriente a causa dell’attacco voluto dal presidente Usa Donald Trump. In questo contesto di crescente tensione internazionale assume ancor più importanza anche la base Usaf di Incirlik in Turchia.