Allerta rossa in Liguria: a Genova frane e due rivi esondati

Fos

Genova, 23 nov. (askanews) - La nuova ondata di maltempo che sta colpendo la Liguria ha causato allagamenti e frane, soprattutto a Genova, dove nella notte sono esondati il rio Fegino e il rio Ruscarolo.

L'allerta rossa per temporali diramata dalla Protezione civile per il centro ed il levante della Liguria, resterà in vigore fino alle 24. A Genova la situazione più critica si sta registrando nella zona della Valpolcevera con allagamenti diffusi, auto e scantinati finiti sott'acqua e diverse frane. La più grave si è abbattuta su corso Perrone, vicino al cantiere del nuovo Ponte Morandi, isolando quattro palazzine in cui vivono 120 persone.

Sempre a causa di frane e smottamenti, risultano al momento isolate altre 5 persone in via Mario Adda, nella zona di Trasta e 20 a Ceranesi, in via Rampin. Altre 19 persone sono state allontanate precauzionalmente dalle proprie abitazioni in via Rivarolo e in via Teglia e alcune persone, rimaste bloccate nella notte nelle proprie auto nel sottopasso di Brin allagato, sono state tratte in salvo con un gommone dai sommozzatori dei vigili del fuoco.

"Non uscite di casa - ha scritto sulla sua pagina Facebook il governatore della Liguria, Giovanni Toti - in queste ore di allerta rossa. Fatelo solo se necessario. Non mettete a rischio la vostra sicurezza e quella dei soccorritori, che ringrazio di cuore per i loro preziosi interventi. Hanno lavorato senza fermarsi mai per tutta la notte. Massima prudenza".