Allerta rossa per piena fiumi, scuole chiuse domani nel... -2-

Pat

Bologna, 26 nov. (askanews) - Il fiume Po, come riferiscono dalla Protezione civile dell'Emilia-Romagna, è costantemente monitorato da Aipo, al lavoro 24 ore su 24. Il livello del fiume, che ha una portata superiore agli 8.000 metri cubi al secondo, sarà uguale lungo tutto l'asta del Po fino alla foce nelle prossime 48 ore mentre i livelli stanno decrescendo a monte.

Occorreranno almeno altri due giorni per arrivare alla valutazione complessiva dei danni, intanto i suoli sono saturi per le piogge accumulate mentre prosegue il lento scioglimento della neve. Nel piacentino si sono attivate numerose frane e dissesti sui versanti che coinvolgono anche la viabilità provinciale e comunale. Anche nel parmense la principale criticità è rappresentata dalle frane riattivate e dalle erosioni nei pressi di corsi d'acqua, anche del reticolo minore.

Nel reggiano, in relazione ai tempi di passaggio e all'altezza della piena del Po, dopo un incontro questa mattina in Prefettura, è stata decisa la chiusura di due ponti sul fiume, a Guastalla e Boretto, e la chiusura delle scuole domani a Brescello, dove è in corso l'evacuazione della frazione di Ghiarole, in cui risiedono 218 persone che saranno ospitate in una struttura di Luzzara.

Sulle arginature del Po, nel territorio di Boretto, si segnala la riapertura di alcune falde storiche soprattutto lungo un tratto di circa 7 km; al lavoro per la sorveglianza idraulica ci sono il volontariato locale di protezione civile e i tecnici comunali. A Gualtieri e Guastalla è pianificato il taglio controllato delle arginature, con l'allagamento delle aree golenali. Sul fronte delle frane, qualche dissesto viene segnalato a Ventasso.

Il lento deflusso delle piene di Secchia e Panaro è sotto controllo nel modenese, mentre nel ferrarese si segnala un allevamento evacuatoa Bondeno. Infine, sono state ripristinate le dune di contenimento sulla costa. (segue)