Allerta rossa per piena fiumi, scuole chiuse domani nel... -3-

Pat

Bologna, 26 nov. (askanews) - Già dalle prime ore di mercoledì 27 si attende una nuova perturbazione, con correnti temperate e umide provenienti da Sud/Ovest, che interesserà il versante appenninico occidentale e si estenderà alle aree di pianura. Sul crinale occidentale le precipitazioni risulteranno a carattere di rovescio e più persistenti, con valori puntuali di 50-70 mm stimati e medie areali comprese tra 10 e 25 mm. Nel pomeriggio, sono previsti sull'Appennino centro-orientale venti forti tra 62 e 74 km/h.

La nuova allerta emessa dalla Protezione civile prevede, quindi, il codice rosso per il rischio idraulico, per il transito della piena del Po, in tutta la pianura ad eccezione della Romagna. Per i fiumi Secchia e Panaro la criticità è arancione per il passaggio delle piene con livelli idrometrici superiori alla soglia 2, che si manterranno stazionari o in lenta diminuzione per la concomitanza della piena del Po. Per i restanti fiumi della pianura e bassa collina emiliana occidentale tra Parma e Piacenza la criticità idraulica è gialla. Per il Reno, si segnala un livello superiore alla soglia 1 nella sola sezione di Gandazzolo (Bologna).

E', invece, codice giallo per il rischio idrogeologico (frane) sul crinale e nelle zone pedecollinari fra Modena e Piacenza e in pianura fra Parma e Piacenza e per il vento in montagna e nella collina romagnola ed emiliana orientale. L'allerta resta valida per tutta la giornata di mercoledì 27 novembre.