Allerta terrorismo a Berlino, evacuato mercatino: era falso allarme

berlino-allerta-terrorismo

Attimi di panico a Berlino, dove nella serata del 21 dicembre è scattata l’allerta terrorismo a causa di un probabile attentato che stava per essere compiuto ai tradizionali mercatini di Natale della capitale tedesca. Stano a quanto riportato dagli organi di stampa, due oggetti sospetti sarebbero stati ritrovati nei pressi dei suddetti mercatini e della Chiesa della Memoria, mentre nel frattempo la polizia aveva arrestato due presunti islamisti siriani successivamente rilasciati quando si è appurato che è stato un falso allarme.

Allerta terrorismo a Berlino

A seguito delle verifica fatte dalle forze di polizia berlinesi e dagli artificieri è stato accertato come l’allerta sia stata soltanto un falso allarme. I due islamisti siriani sono stati infatti fermati dagli agenti a causa di uno scambio di persona. Il nome di uno dei due sospetto era molto simile a quello di un terrorista sulla cui testa pende un mandato di cattura internazionale.

Anche le ispezioni degli artificieri alla Chiesa della Memoria e al mercatino di Natale non hanno rivelato la presenza di alcun tipo di esplosivo, classificando pertanto il tutto come un falso allarme. Malgrado ciò, nei primi istanti la memoria di molti è andata al Natale di tre anni fa, quando il tunisino Anis Amri si lanciò con un tir contro un gruppo di persone uccidendone 12 e ferendone altre 48.

Il falso allarme a Nizza

È la seconda volta nella giornata del 21 dicembre che un falso allarme terrorismo scuote l’Europa. Nel pomeriggio infatti il mercatino di Natale di Nizza, in Francia, è stato evacuato nel tempo record di 20 minuti dopo che un uomo aveva rivelato a degli agenti di polizia che stava per far saltare una bomba tra la folla. Gli uomini delle forze dell’ordine transalpine non hanno in seguito rinvenuto alcuna bomba, attribuendo il tutto al gesto solitario di un mitomane.