Alluvione Livorno, Rossi: concluse o appaltate tutte le opere

red/Rus

Roma, 22 lug. (askanews) - "Abbiamo concluso o appaltato tutte le 294 opere previste dopo l'alluvione che ha colpito Livorno nel settembre 2017. Sono sicuro che è un record italiano e che nessuno in altra parte del Paese è riuscito a fare tanto, presto e bene come abbiamo fatto noi". Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha ormai concluso da qualche tempo, dopo un anno e mezzo dalla nomina, il suo incarico di Commissario alla ricostruzione post alluvione, ed è attualmente in regime di prosecuzione, per terminare le opere. E' quindi per lui il momento di tracciare un bilancio del lavoro svolto. "Abbiamo impegnato complessivamente - spiega Rossi - settantacinque milioni di euro di cui 60 della Regione: 7,5 per gli interventi di somma urgenza, 30 milioni per interventi urgenti condotti con procedure accelerate e 38 milioni per opere di riduzione del rischio. In più nel corso di quest'anno abbiamo deciso di destinare a Livorno 11 dei 20 milioni che abbiamo ricevuto dallo Stato. Per la rapidità e l'efficienza dimostrate ringrazio tutto il Genio civile di Livorno con il suo dirigente Francesco Pistone, il Consorzio idraulico, i tecnici del Comune di Livorno con i quali abbiamo sempre collaborato e il consigliere regionale, il livornese Francesco Gazzetti, che ha svolto il ruolo di "sentinella della Regione" sul posto". Il presidente sottolinea come nell'intento di garantire una maggiore sicurezza idrogeologica, negli ultimi dieci anni la Regione abbia investito più di 100 milioni all'anno per realizzare opere, argini, risagomature e pulizia dei fiumi, rendendo più sicure numerose zone della Toscana.(Segue)