Alluvione Marche: Draghi, 'senza sicurezza ambiente non c'è fiducia persone'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 set. (Adnkronos) – "Sono qui per esprimere la vicinanza del governo e mia personale. Ho raccolto le testimonianze dei sindaci dei paesi colpiti, testimonianze profonde e che commuovono ma lasciano anche un messaggio forte, che trasmetterò al resto del governo: la voglia di ricominciare e di ripartire, ma anche testimonianze del lutto, della tragedia e della necessità di ricostruire la sicurezza dell'ambiente". Senza sicurezza "non c'è fiducia da parte delle persone che vi vivono, non c'è tranquillità o volontà di restare e questo è importante che vi sia, è la base della vita sociale". Lo dice il premier Mario Draghi, in un punto stampa ad Ostra durante la visita dei territori colpiti dall'ondata di maltempo.

"Occorre ricostruire, riavviare le attività produttive e riaprire le scuole – dice ancora – Ora c'è la tragedia personale, c'è il lutto. Su questo le parole possono poco, la mia presenza è una presenza di affetto, di solidarietà, di vicinanza a chi ha perso i propri cari e per i feriti. Ma occorre fare di più per affrontare il rischio idrogeologico o sarà difficile ricostruire la fiducia delle persone. E' un rischio diffuso, ma quella che era una fragilità che ci portiamo dietro è diventata una emergenza con il cambiamento climatico. Quindi occorre affrontare il rischio idrogeologico, che significa prevenzione, investimenti, infrastrutture ma significa anche affrontare i cambiamenti climatici".

ci saranno tutte le indagini per accertare le responsabilità