Almeno 150 somministrazioni falsamente attestate e 73 certificati verdi rilasciati illegalmente

·1 minuto per la lettura
Arrestato dai carabinieri un medico marchigiano per Green Pass falsi
Arrestato dai carabinieri un medico marchigiano per Green Pass falsi

Vaccini buttati via e Green Pass falsi, ad Ascoli Piceno è stato arrestato dai Carabinieri un medico alla cui opera cui sono state collegate da Procura e Gip almeno 150 somministrazioni falsamente attestate e 73 certificati verdi rilasciati illegalmente. Nei confronti del camice bianco in questione pendono ipotesi di reato per falso in atto pubblico e peculato.

Green Pass falsi, medico finisce in carcere anche per 120 dosi di vaccino di cui si era disfatto

Perché? Perché secondo il costrutto degli inquirenti avrebbe ritirato dal centro vaccinale di Ascoli 120 dosi di vaccino, di cui si sarebbe disfatto, senza averle utilizzate e sui cui avrebbe anche intascato i rimborsi previsti.

Per i Green Pass falsi non solo un medico arrestato, il Gip mette ai domiciliari un altro indagato

Ma il medico arrestato non è solo: secondo quanto emerso dall’ordinanza del gip di Ascoli che al medico ha dato la detenzione in carcere anche uno dei 73 beneficiari dei Green Pass falsi è stato messo agli arresti, però domiciliari. Le certificazioni verdi illegali sono state poste sotto sequestro ed a tutte le persone coinvolte nel “giro” sono stati sequestrati anche telefoni cellulari e altro materiale probatorio.

A carico del medico arrestato per i Green Pass falsi anche la truffa aggravata per i rimborsi sui vaccini

Ognuno dei possessori di quei documenti falsi è indagato per falso in concorso con il medico, a cui è toccata una presunzione di reato anche per truffa aggravata danni dell’Asur riguardo gli emolumenti previsti per ciascuna dose somministrata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli